Home > Ministero > Servizi > Italiani > Opportunità studio e lavoro per italiani > MAE > Tirocini > Tirocini Cooperazione allo Sviluppo
Aumenta la dimensione del testoRiduci la dimensione del testoCondividiMailAggiungi questo articolo a FacebookAggiungi questo articolo a TwitterAggiungi questo articolo a LinkedinAggiungi questo articolo a Google+

Tirocini

Tirocinio presso la Cooperazione allo Sviluppo

La Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) del Ministero degli Affari Esteri, in collaborazione con alcune prestigiose istituzioni accademiche italiane ed estere, ha da alcuni anni avviato un programma di tirocini allo scopo di avvicinare i giovani laureati, interessati o attivi nei settori della solidarietà e della cooperazione, alle attività svolte dalla Cooperazione Italiana per contribuire al raggiungimento degli obiettivi della politica estera del nostro Paese.

Tuttavia, a seguito dell’entrata in vigore della legge 28 giugno 2012, n. 92, recante “Disposizioni in materia di mercato del lavoro in una prospettiva di crescita”, la disciplina dei tirocini formativi e di orientamento ha subito delle importanti modifiche. L’art. 1, commi 34-36, prevede infatti che Governo e Regioni concludano in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le province autonome di Trento e Bolzano un Accordo per la definizione di linee guida condivise in materia, sulla base di quattro criteri. Inoltre, ai sensi del comma 8 dell’art. 1 della stessa legge, il Ministro per la pubblica amministrazione individua e definisce, anche mediante iniziative normative, gli ambiti, le modalità e i tempi di armonizzazione della disciplina relativa al settore pubblico con le disposizioni della legge n. 92/2012.

Alla luce di queste innovazioni normative, e nelle more dell’emanazione delle disposizioni attuative della riforma della disciplina dei tirocini, la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri ha pertanto deciso di sospendere momentaneamente l’operatività del proprio programma di tirocini, come atto dovuto di correttezza istituzionale nei confronti degli organi incaricati dell’attuazione della legge.


ultima modifica: 25/01/2013

2013 Copyright Ministero Affari Esteri - note legali - privacy - redazione sito esteriW3C XHTML 1.0 - W3C Css