Home > Politica Estera > Cultura > Promozione Lingua Italiana > La Settimana della Lingua > Europa
Aumenta la dimensione del testoRiduci la dimensione del testoCondividiMailAggiungi questo articolo a FacebookAggiungi questo articolo a TwitterAggiungi questo articolo a LinkedinAggiungi questo articolo a Google+
Settimana della Lingua Italiana nel mondo Bucarest - 2011

Bucarest: XI edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo

INCONTRI / CONFERENZE

A Bucarest, come in altre città della Romania, nell'ambito della Settimana della Lingua e nel quadro delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia sono state realizzate diverse attività.

MOSTRE / ARTE

A Bucarest, Mostra ''La Reggia di Venaria reale. Storia, architettura, restauri e fasti della Reggia. Città di Venaria Reale. Torino''. La mostra fotografica sul restauro della Venaria Reale, presso la sede dell'IIC, e' stata un preludio all'inaugurazione ufficiale della Settimana della Lingua. (13 ottobre-11 novembre - IIC Bucarest)

Mostra ''Il Restauro. Metodi e strumenti di un'eccellenza italiana''. Mostra sull'arte del restauro volta a sottolineare l'importanza di un'eccellenza del savoir faire italiano.(17-30 ottobre - Museo della Municipalità di Bucarest)

Mostra di libri (17 ottobre - Museo della letteratura romena)

CINEMA E SPETTACOLI Proiezione del film "Sinestesia" del regista ticinese Erik Bernasconi, di concerto con l'Ambasciata di Svizzera a Bucarest, ad evidenziare l'importante influenza dell'italiano oltre confine.

ALTRE INIZIATIVE E COLLABORAZIONI

E’ stato dedicato un omaggio ad Italo Calvino, organizzato dalla Fondazione De Sanctis, con la partecipazione dell'attore Sergio Rubini e con il commento critico di Smaranda Elian, eminente italianista, protagonista di altri eventi della Settimana unitamente ad autorevoli esponenti del mondo editoriale ed accademico romeno. Tali eventi hanno avuto luogo in sedi prestigiose, quali il Museo della Letteratura e il Museo del Contadino a riprova della fattiva collaborazione con le istituzioni locali e del peculiare interesse per la lingua e la cultura italiane.

A Timisoara, grazie alla collaborazione fra il Consolato Generale D'Italia e Confindustria Timis, sono stati offerti al pubblico concerti di vario repertorio con appuntamenti conviviali, film e conferenze.

A Cluj, con la collaborazione dell'Università' Babes-Bolyai e al contributo del lettore d'italiano, Prof.ssa Carmela Lista, e' stato consegnato il premio Marian Papahagi (illustre italianista romeno) durante una cerimonia nell'Aula Magna. Fra le altre manifestazioni una nota di merito va alla realizzazione di uno spettacolo teatrale goldoniano con la partecipazione degli studenti del dipartimento d'italianistica.A Iasi, fra le iniziative organizzate dal lettore Prof. essa Assunta Verolino, si segnala la proiezione del film "Noi credevamo" di Mario Martone. A Constanta, fra le iniziative organizzate dal lettore presso l'Universita' Ovidius, si segnalano la collaborazione con il Museo d'Arte per il concerto di arie italiane e il capitolo dedicato a Galileo Galilei. Infine a Craiova la responsabile del dipartimento di italianistica, prof.ssa Elena Pirvu, ha organizzato la proiezione di un ciclo di film e una tavola rotonda dedicati al Risorgimento.

ultima modifica: 17/04/2012

2014 Copyright Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - note legali - privacy - redazione sito esteriW3C XHTML 1.0 - W3C Css