Home > Sala Stampa > Archivio Comunicati e notizie > Approfondimenti > Viaggiare: Terzi, prima di partire informatevi e informateci
Aumenta la dimensione del testoRiduci la dimensione del testoCondividiMailAggiungi questo articolo a FacebookAggiungi questo articolo a TwitterAggiungi questo articolo a LinkedinAggiungi questo articolo a Google+

Viaggiare: Terzi, prima di partire informatevi e informateci

20 Dicembre 2011

Gli italiani possono andare tranquillamente in vacanza dove vogliono, l’importante è che si informino per prevenire eventuali rischi e restino in contatto con la Farnesina. Lo ha sottolineato il Ministro Giulio Terzi, illustrando alla stampa le attività dell’Unità di Crisi, alla vigilia delle vacanze natalizie.

L’Unità di Crisi è “una entità centrale” per il MAE, un “punto di gestione ed interazione con le altre amministrazioni centrali” per assistere i connazionali che si trovano in situazioni difficili all’estero, ha spiegato Terzi, ricordando che l’Unità di crisi è una entità operativa 24 ore su 24 ed aperta ai contatti con l’esterno: un modello “moderno ed efficace, dotato di strumenti di alta tecnologia al servizio del Paese e del cittadino”.

Al centro di tutto c’è il flusso di informazioni, per anticipare rischi, conoscere i movimenti, mantenere i collegamenti con chi viaggia. Due gli strumenti informatici principali: www.viaggiaresicuri.it, che mette a disposizione del cittadino informazioni di carattere generale sui Paesi esteri, ivi comprese quelle relative alla situazione di sicurezza; www.dovesiamonelmondo.it, che consente agli italiani che si recano temporaneamente all'estero di segnalare - su base volontaria - i dati personali, al fine di permettere all'Unità di Crisi, nell'eventualità che si verifichino situazioni di grave emergenza, di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso.

“Prima di partire informati ed informaci è il nostro slogan”, ha spiegato il capo dell’Unità di Crisi Fabrizio Romano – che il 9 gennaio lascerà il testimone a Claudio Taffuri – ricordando i 14 milioni di iscritti a viaggiaresicuri.it e numeri “confortanti” per dovesiamonelmondo. Inoltre, ha specificato Romano, questi servizi sono consultabili anche in movimento perché è attiva un’applicazione compatibile con tutti gli smart phone ed i tablet.

2014 Copyright Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - note legali - privacy - redazione sito esteriW3C XHTML 1.0 - W3C Css