Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

Americhe

 

Americhe

Incontro del Ministro Alfano con il suo omologo messicano, Luis Videgaray CasoIncontro del Ministro Alfano con il suo omologo messicano, Luis Videgaray Caso   “La V Commissione Binazionale Italia-Messico si è articolata su due giornate di lavoro molto intense e proficue, che sono servite a rafforzare ulteriormente le...
XVII Settimana della Lingua Italiana nel mondo - MontrealXVII Settimana della Lingua Italiana nel mondo - Montreal«Il Genio Vagante», Paolo Saporito - Amnestia, amnesia e censura: la scomparsa del passato fascista nel film “I vinti” di Michelangelo Antonioni In occasione della...
XVII Settimana della Lingua Italiana nel mondo: l’Italiano al cinema, l’italiano nel cinemaXVII Settimana della Lingua Italiana nel mondo: l’Italiano al cinema, l’italiano nel cinemaIl ministro Alfano: “L’italiano si afferma sempre più all’estero come una lingua capace di trasmettere i valori di bellezza e qualità che costituiscono i cardini di...
Corso di formazione della Guardia di Finanza per gli Stati membri della Comunità dei CaraibiCorso di formazione della Guardia di Finanza per gli Stati membri della Comunità dei CaraibiSi è conclusa oggi la terza edizione del corso di formazione della Guardia di Finanza per gli Stati membri della Comunità dei Caraibi (CARICOM) sui flussi finanziari illeciti,...
ultimi aggiornamenti

 

Quadro generale

La politica

La promozione economica

La promozione culturale

L’azione consolare

 

Nelle linee programmatiche di politica estera dell’Italia figura il consolidamento ed il rilancio dei rapporti con il continente Nord e Sud americano, partendo dalle già eccellenti relazioni con i Paesi della regione, dai  fondamentali interessi politico-economici nazionali e dalla risorsa costituita dalle collettività di origine italiana presenti nell'area e dal più recente fenomeno di quelle dei predetti paesi residenti in Italia.

  

La politica

Per gli Stati Uniti e il Canada, la politica estera italiana è ancorata al dialogo transatlantico, fondamentale per l’Unione Europea, nonché al tradizionale, strategico e intenso rapporto con Washington e con Ottawa, alleati nella NATO e nell’ambito del G7/G8.
Verso l’America Latina, il consolidamento dei sistemi democratici e le crescenti sintonie tra l’Italia e i Paesi dell’area riguardo alle principali tematiche dell’attualità internazionale favoriscono un rapporto di collaborazione, sia bilaterale sia tramite l’azione svolta dall’Italia in sede di Unione Europea, anche su  temi quali la lotta alla povertà, il sostegno allo sviluppo e l’appoggio ai processi di integrazione regionale UNASUR, Comunità Andina, Comunità Centroamericana, Comunità Caraibica e Mercosur.

 

La promozione economica

Il continente americano è oggi la seconda destinazione delle nostre esportazioni, dopo l'Unione Europea.
 Nell'America del Nord si intensifica la nostra azione a sostegno della collaborazione con il mondo accademico nonché con i settori imprenditoriali ad alto contenuto scientifico e tecnologico, in modo da assicurare alle nostre imprese vantaggi comparativi in termini di competitività. Allo stesso tempo, si opera per mantenere il livello del nostro export nei settori  più tradizionali.
In America Latina la nostra azione di penetrazione economico - commerciale rimane condizionata da fattori ciclici. Si tende quindi ad assicurare strategie di intensificazione della nostra presenza nei momenti espansivi e di mantenimento in quelli recessivi. Si tratta in definitiva di dare continuità alla  politica complessiva di sostegno alla nostre imprese contribuendo al processo di  internazionalizzazione del sistema italiano di Piccole e Medie Imprese.

  

La promozione culturale

Quanto all'immagine dell'Italia, essa si connota in modo differenziato. Persistono visioni legate a vecchi stereotipi dell’Italia che  i nostri emigrati si lasciarono alle spalle, ma viene ormai sostanzialmente riconosciuto in termini più generali il valore di riferimento dell’Italia per la cultura dei singoli Paesi, sia del Nord America che dell’America Latina, della nostra tradizione artistica, giuridica, architettonica e musicale  divenuta parte integrante della stessa identità nazionale di numerosi Paesi latino - americani.
 In tale contesto, il governo italiano agisce pertanto per far vivere la già notevole presenza culturale nel Subcontinente ma anche per far conoscere la realtà dell’Italia di oggi grande Paese industrializzato,  motore dell’ Unione Europea, presente con il suo contributo anche militare in innumerevoli operazioni di pace sotto l’egida delle Nazioni Unite.
 Accanto alle tradizionali attività di promozione della lingua, dell’arte e della letteratura italiane e ad altre più specifiche – rivolte tra l’altro al restauro del patrimonio architettonico latino-americano – esiste un importante progetto di interconnessione universitaria avviato con Argentina, Brasile, Cile, Uruguay, Perù e Messico che consente  scambi di informazione, trasferimenti di tecnologie, creazione di risorse umane, riqualificazione dei cittadini di origine italiana.

  

L’azione consolare

Naturalmente prioritaria e di grande rilievo l’azione consolare in America Latina. Essa è rivolta alle consistenti collettività italiane e di origine italiana, presenti soprattutto in Argentina (circa 600.000 iscritti all’AIRE e 6-10 milioni di discendenza italiana), Brasile (300.000 iscritti all’AIRE e alcuni milioni di discendenza italiana), Venezuela (rispettivamente 130.000 e uno o due milioni) e Uruguay (70.000 e 1.200.000). In altri Paesi  a vocazione turistica (lo stesso Brasile, i Caraibi e il Messico), assume crescente importanza l’attività di tutela dei connazionali in visita. Infine, l’attività consolare viene richiesta dai nuovi flussi migratori verso l’Italia provenienti soprattutto dai Paesi Andini (Ecuador, Perú) e da alcune zone  Caraibiche.

 


137