Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

Viaggiare/ Partire per l'estero

 

Viaggiare/Partire per l'estero
Informazioni su Paesi, assistenza in caso di furto o smarrimento documenti all'estero, assicurazione viaggio, passaporti, viaggiare con figli minorenni, unità di crisi, visti, carta d'identità
Prima di partire per l'estero è importante informarsi sulle condizioni di sicurezza e le normative in vigore. Trovate tutte le informazioni necessarie in questa pagina: http://www.esteri.it/MAE/IT/Header_Footer/viaggiare.htm
Se state per partire per un breve viaggio, è importante informarsi sulle condizioni di sicurezza e le normative in vigore. L'Unità di Crisi mette a disposizione degli utenti tutte le informazioni necessarie sul sito Viaggiare sicuri. Ulteriori informazioni alla pagina: http://www.esteri.it/MAE/IT/Header_Footer/viaggiare.htm

Se cercate informazioni approfondite sul paese, consultate il sito della sede diplomatica o consolare del Paese dove vi recherete:
Elenco sedi diplomatiche consolari
Elenco rappresentanze straniere in Italia
E' certamente consigliabile. Trovate tutte le informazioni necessarie in questa pagina http://www.esteri.it/MAE/IT/Header_Footer/viaggiare.htm
Prima di recarvi in un Paese considerato a rischio, vi consigliamo di registrare il vostro viaggio sul sito Dove siamo nel mondo al fine di permettere all'Unità di Crisi della Farnesina di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso nell'eventualità in cui si verifichino situazioni di grave emergenza.
La registrazione può essere fatta tramite web, sms, o telefono non prima di 30 giorni dalla data di partenza. Tutti i dati vengono cancellati automaticamente dalla banca dati dell'Unità di Crisi due giorni dopo la data di rientro in Italia indicata.
L'avviso di sconsiglio di viaggio, pubblicato sul nostro sito Viaggiare sicuri può essere considerato elemento valido per l'applicazione di quanto previsto dall'art. 92 del Codice del Consumo.
Ricordate però che la decisione circa eventuali rimborsi connessi alla cancellazione di un viaggio per questioni legate alla sicurezza, rientra comunque nell'ambito dei rapporti privatistici tra cliente e tour operator e non dipende dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale.
Prima di tutto dovete sporgere denuncia presso le locali autorità di polizia (ricordate che in tutti i Paesi Ue è attivo il numero telefonico di pronto intervento 112).
Successivamente potete chiedere al Consolato italiano sul posto un documento provvisorio di viaggio (anche chiamato ETD – Emergency Travel Document) con validità per il solo viaggio di rientro in Italia, nel Paese di stabile residenza all'estero o, in casi eccezionali, per una diversa destinazione.

Per ulteriori informazioni visitate le pagine:
Furto e smarrimento documenti
Assistenza economica all'estero
Per sapere in che modo la rappresentanza diplomatico consolare può venirvi in aiuto in caso di arresto in un Paese straniero visitate la pagina Assistenza ai detenuti

Elenco delle rappresentanze diplomatiche e consolari italiane nel mondo
Se vi trovate in un Paese dove non c'è un'Ambasciata o Consolato italiano, potete richiedere la protezione consolare ad una Rappresentanza diplomatico-consolare di uno Stato membro dell'Unione Europea.

Per maggiori informazioni visitate la pagina Servizi consolari.
Il Visa Waiver Program è il programma "Viaggio senza visto" del Governo degli Stati Uniti che permette di recarsi nel Paese senza richiedere un visto di ingresso. E' necessario però ottenere l'autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization) prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti.

Per tutte le informazioni consultate il sito US Embassy in Italy
Quando situazioni contingenti di particolare rilevanza limitano il diritto all'espatrio o la sicurezza dei cittadini italiani (ad esempio: visitare o vivere in paesi esteri fra di loro ostili), si può procedere al rilascio di un secondo passaporto che avrà la stessa scadenza del primo.
Nel foglio annotazioni del primo e del secondo passaporto verrà riportata la dicitura "duplicato del passaporto n." apponendo in ognuno di essi il numero dell'altro passaporto. Il secondo passaporto può essere rilasciato solo su richiesta specificamente motivata e solo quando tali motivazioni vengano riconosciute valide dall'ufficio che rilascia il passaporto (Questura o rappresentanza diplomatico-consolare).

Recapiti della rete diplomatico consolare all'estero

La determinazione rilasciata dall'ufficio competente deve contenere anche la possibilità di detenere contemporaneamente i due passaporti o la prescrizione di depositarne di volta in volta uno presso l'autorità che ha emesso il passaporto.
Considerato che il timbro israeliano sul passaporto può causare problemi per l'ingresso in alcuni Paesi, consigliamo di consultare la scheda del Paese di destinazione sul sito Viaggiare sicuri o di interpellare la rappresentanza diplomatico-consolare in Italia del Paese in cui si intende viaggiare. Ad ogni modo, potrete richiedere alle Autorità israeliane di frontiera che i timbri d'entrata e d'uscita non vengano apposti sul passaporto.
Alcuni Paesi non riconoscono la proroga della validità della carta di identità (con timbro sul documento cartaceo o con il certificato per la carta d'identità elettronica).
Non essendo possibile stilare un elenco preciso di questi Paesi, il Ministero dell'Interno autorizza chi possiede una carta scaduta ma prorogabile o già prorogata a chiederne al proprio Comune la sostituzione con una nuova. Vi consigliamo di visitare la voce "FOCUS" del sito Viaggiare sicuri e/o di informarsi presso la rappresentanza diplomatico-consolare presente in Italia del Paese in cui si vuole viaggiare.
Potete visitare la scheda dedicata al Paese di destinazione sul sito Viaggiare sicuri sotto la voce "viabilità". Trovate le altre informazioni a carattere generale alla pagina Autoveicoli e patenti.
Il minore di 14 anni può viaggiare all'estero non accompagnato portando con sé una dichiarazione di accompagno in cui deve essere riportato il nome della persona o dell'ente cui il minore viene affidato, sottoscritta da chi esercita sul minore la potestà e vistata dagli organi competenti al rilascio del passaporto.
E' bene rivolgersi anche alle autorità del paese di destinazione per informazioni sulle norme che riguardano l'ingresso dei minori ed eventualmente verificare con la compagnia di trasporto la procedura contrattuale per i minori non accompagnati.

Per maggiori informazioni cliccate qui

Qui trovate i recapiti delle rappresentanze diplomatico-consolare straniere in Italia

In generale, prima di prenotare un viaggio o acquistare un biglietto, verificate sempre le prescrizioni sui documenti accettati dal Paese dove volete recarvi sul sito www.viaggiaresicuri.it ed il sito www.poliziadistato.it

Qui trovate l'elenco delle rappresentanze straniere in Italia
Sì. Tutti i minori per viaggiare devono essere in possesso di documento individuale.
Per informazioni approfondite consultare il sito della Polizia di Stato e la pagina Passaporto.
Sì. Per il rilascio del passaporto a un minore di 18 anni, è sempre necessario l'assenso di entrambi i genitori (coniugati, conviventi, separati, divorziati o genitori naturali) da prestare davanti all'ufficio che rilascia il passaporto. Se uno dei due genitori non può presentarsi di persona, può essere allegata una fotocopia del suo documento firmato in originale. Se uno dei due genitori non vuole prestare l'assenso, si deve essere in possesso del nulla osta del giudice tutelare.

Ulteriori informazioni sono alla pagina Passaporto.
Sì. Quando chi chiede il passaporto ha figli minori di 18 anni, è necessario l'atto di assenso al rilascio da parte dell'altro genitore, a prescindere dallo stato civile del richiedente (celibe/nubile, coniugato, separato o divorziato).

Ulteriori informazioni sono alla pagina Passaporto.
L'agenzia delle dogane ha realizzato una carta doganale dei viaggiatori che contiene le informazioni necessarie per lo sdoganamento dei beni che più frequentemente i viaggiatori portano al seguito e che è consultabile sul sito dell'Agenzia.

E' una guida di facile e pronta consultazione per conoscere le principali disposizioni doganali che regolano bagagli, cose e animali al seguito del viaggiatore. Uno strumento di aiuto per chi arriva o parte dal nostro Paese, per essere in grado di predisporre in anticipo gli eventuali documenti necessari alla dogana. Fornisce inoltre utili informazioni a chi effettua l'acquisto di prodotti tramite internet.


1674