Direzione generale per l’Unione Europea

 

Direttore Generale
Luigi Mattiolo

Vice Direttore Generale/Direttore Centrale per i Paesi europei
Carlo Lo Cascio

Vice Direttore Generale/Direttore Centrale per l'Integrazione Europea
Alberto Cutillo

 

Telefono 06 3691 8775
Fax 06 3691 7151

Ufficio I - Promozione delle politiche settoriali, dell’integrazione economica e finanziaria, del mercato interno e della competitività dell’Unione Europea.
Politica economica, monetaria e fiscale, Patto di stabilità e crescita, UEM; prospettive finanziarie e bilancio dell’Unione europea; politiche di coesione e cooperazione territoriale; agricoltura e pesca; trasporti, infrastrutture e comunicazioni; politica marittima; Strategia Europa 2020 e politiche per la competitività; mercato interno e libera circolazione; industria e protezione dei consumatori; politica sociale e dell’occupazione; politiche dell’energia, dell’ambiente e sviluppo sostenibile; ricerca e innovazione; politica dello spazio e programma Galileo; cultura, istruzione e formazione; gioventù e sport; sanità; turismo; concorrenza e aiuti di Stato; agenzie comunitarie; preparazione del Consiglio Europeo; partecipazione al CIACE (Comitato Interministeriale per gli Affari Comunitari Europei).


Ufficio II - Relazioni esterne dell’Unione europea e rapporti con il Servizio Europeo per l’Azione esterna, processo di allargamento.
Relazioni dell’Unione europea con i Paesi terzi e le organizzazioni regionali; processo di allargamento dell’Unione europea e negoziati di adesione; politiche di pre-adesione con i Paesi potenziali candidati; relazioni transatlantiche; politica europea di vicinato e esercizi regionali ad essa collegati; quadro regolamentare dei programmi di assistenza ai Paesi terzi; politica commerciale dell’Unione europea e preparazione delle posizioni comuni dell’Unione nei negoziati commerciali internazionali e nelle controversie commerciali comunitarie; programmi di gemellaggio amministrativo (“Twinning”) e i progetti si assistenza tecnica (“TAIEX”); preparazione del Consiglio Affari Generali; cooperazione finanziaria e cooperazione allo sviluppo (in raccordo con la DGCS) tra l’Unione europea e i Paesi terzi; attuazione delle politiche di internazionalizzazione per il territorio: programmi comunitari di cooperazione economica, finanziaria e tecnica e di cooperazione allo sviluppo nonché relativi comitati di gestione (in particolare IPA ed ENPI), in raccordo con la DGCS; gestione dei fondi strutturali per l’attuazione delle politiche di internazionalizzazione del territorio (inclusi FERS e FSE); attività della BEI.

Ufficio III - Spazio europeo di libertà, giustizia e sicurezza, libera circolazione delle persone e flussi migratori verso l’Unione Europea. Cooperazione in ambito UE nei settori della giustizia e degli affari interni: spazio europeo di libertà, giustizia e sicurezza: libera circolazione delle persone, compreso lo sviluppo dell’acquis di Schengen; politiche dei visti, dell’asilo e dell’immigrazione; gestione delle frontiere; cooperazione giudiziaria in materia civile e penale; cooperazione di polizia; lotta alla criminalità organizzata ed al traffico di droga.

Ufficio IV - Architettura istituzionale dell’Unione Europea, Parlamento Europeo e rappresentanza del cittadino, candidature italiane.
Questioni istituzionali; rapporti con il Parlamento europeo; rapporti con organi giurisdizionali dell’Unione e con il Mediatore; questioni sottoposte ai servizi giuridici del Consiglio e della Commissione; analisi giuridica della normativa dell’Unione e di quella nazionale di attuazione; pre-contenzioso e attività istruttoria relativa al contenzioso dell’Unione, in raccordo con il Servizio per gli affari giuridici, del contenzioso diplomatico e dei trattati; collaborazione con
l’Istituto diplomatico e le amministrazioni competenti nella formazione dei funzionari pubblici per le materie comunitarie; sostegno alle candidature italiane in ambito UE; personale italiano nella UE, compresa la gestione degli END (Esperti nazionali distaccati) e della relativa rete dei punti di contatto; statuto del personale dell’Unione; aspetti istituzionali delle modalità di partecipazione italiana al Servizio europeo per l’azione esterna (SEAE); sviluppi istituzionali della PESC e della PSDC in concerto con la Direzione Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza.

Ufficio V - Paesi dell’Europa centro-settentrionale.
Austria, Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Regno Unito, Svezia, Svizzera, Consiglio di Cooperazione del Mar Baltico (CBSS), Consiglio Euro-Artico di Barents (BEAC), Consiglio Artico.

Ufficio VI - Paesi dell’Europa centrale.
Bulgaria, Moldova, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Ungheria, Banca Europea di Ricostruzione e Sviluppo (BERS), Cooperazione Economica del Mar Nero (BSEC), Gruppo di Visegrad.

Ufficio VII - Paesi dell’Europa meridionale e mediterranea.
Andorra, Cipro, Francia, Grecia, Malta, Portogallo, Principato di Monaco, San Marino, Santa Sede, Sovrano Militare Ordine di Malta, Spagna, Turchia.

Unità per i Paesi dei Balcani, INCE e IAI.
Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Kosovo, Montenegro, Serbia, Slovenia; cooperazione internazionale in sede INCE e IAI, seguiti degli Accordi di Osimo, Consiglio di Cooperazione Regionale (RCC), Processo di cooperazione per il Sud Est Europeo (SEECP), Southern European Cooperative Initiative (SECI).

 

Data ultimo aggiornamento: 04/11/2014

1028