Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

La Cooperazione allo Sviluppo

 

La Cooperazione allo Sviluppo

Alfano: nominato nuovo Ambasciatore in Niger. Si rafforza l'impegno dell'Italia nel SahelIl Consiglio dei Ministri ha approvato, oggi, la nomina di un nuovo ambasciatore italiano in Niger, a seguito della recente decisione di istituire una rappresentanza diplomatica a Niamey. Vengono avviate contestualmente,...
Bolivia - Salute e intervento sociale: la Cooperazione italiana fa scuola in BoliviaSi è tenuto a La Paz, in Bolivia, il seminario internazionale sull’approccio e la presa in carico della popolazione vulnerabile e con problemi di dipendenza patologica attraverso interventi di riduzione del danno....
Ministro Alfano: "A Ucraina, dall’Italia, 1 milione di euro di aiuti umanitari"Alfano: "L'Italia ha destinato un contributo di emergenza di 1 milione di euro, articolato in due tranche di finanziamento: il primo di 700.000 euro al Programma Alimentare Mondiale (PAM) per la distribuzione di...
Alfano: "Siria, 25 milioni di euro per sostegno attività di carattere umanitario"“Anche nel 2017 non faremo mancare il nostro sostegno alle vittime del conflitto in Siria. Il Governo italiano ha infatti destinato 25 milioni di euro per finanziare attività di carattere umanitario all’interno...
ultimi aggiornamenti

 

Vai al sito della Cooperazione allo Sviluppo

 

La cooperazione allo sviluppo, quale parte integrante della politica estera del nostro Paese, si fonda su due basi prioritarie. La prima è l’esigenza solidaristica di garantire a tutti gli abitanti del pianeta la tutela della vita e della dignità umana. La seconda vede nella cooperazione il metodo per instaurare, migliorare e consolidare le relazioni tra i diversi Paesi e le diverse comunità. Questo scambio tra pari, oltre che far crescere la conoscenza reciproca necessaria a comprendere le reali necessità delle comunità locali destinatarie degli interventi, favorisce relazioni finalizzate ad una crescita economica, ma soprattutto sociale ed umana, rispettosa dell’ambiente e delle diverse culture e che sappia tutelare i beni comuni come acqua, cibo ed energia, così da assicurare la crescita del benessere delle popolazioni e perseguire la pace tra i popoli.

La politica italiana di cooperazione allo sviluppo si propone inoltre il perseguimento di questi obiettivi unitamente alla diplomazia economica, culturale e di sicurezza, consolidando il ruolo e l’immagine del nostro Paese nel mondo.

Per maggiori approfondimenti si rinvia al sito della Cooperazione.

 

 

 

 


124