Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

SACE SpA- Servizi Assicurativi del Commercio Estero

 

SACE SpA- Servizi Assicurativi del Commercio Estero

Introduzione

Attivita ed organi

Prodotti assicurativi

Rischi e operazioni assicurabili

Esposizione

Assicurazione dei crediti all'esportazione e protezione dell'ambiente

Assicurazione dei crediti all'esportazione e lotta alla corruzione

 

 

Introduzione

SACE e l'assicurazione dei crediti all'esportazione.

 

Il Ministero degli Affari Esteri collabora attivamente con SACE ed attribuisce particolare importanza alle attività di Servizi Assicurativi del Commercio Estero (SACE) – fino al 31.12.2003 Ente economico di diritto pubblico. Dal 1° gennaio 2004, SACE, per effetto del Decreto Legge 30 settembre 2003, nr. 269, convertito in Legge 326 del 24 novembre 2003 ha assunto lo status di Società per Azioni “SACE S.p.A. – Servizi Assicurativi del Commercio Estero”.

Il capitale sociale di SACE SpA è interamente detenuto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Gli impegni sono garantiti dallo Stato Italiano.

Nel Consiglio di Amministrazione e nel Comitato Esecutivo della SACE siede il Direttore Generale per la Cooperazione Economica e Finanziaria Multilaterale in rappresentanza del Ministero degli Affari Esteri. La rete diplomatico-consolare del Ministero degli Affari Esteri fornisce a sua volta il necessario supporto all’attività di SACE e degli operatori economici italiani.

Attività ed Organi

SACE offre servizi assicurativi e finanziari a favore dell’internazionalizzazione delle imprese italiane. SACE sviluppa attività di assicurazione, riassicurazione e garanzia dei rischi di carattere politico, valutario e commerciale a cui sono esposte le imprese e le banche italiane nelle loro operazioni commerciali e di investimento in Paesi esteri.
La missione di SACE è di accrescere la competitività delle imprese italiane nelle loro attività di internazionalizzazione.
SACE sostiene operazioni a Medio-Lungo Termine (con dilazioni di pagamento uguali o superiori ai 24 mesi) indipendentemente dal paese estero di destinazione, mentre per le operazioni a Breve Termine interviene a favore di paesi non membri dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico OCSE e non membri dell’ UE.

Il 1° giugno 2004 è stata costituita SACE BT, una società controllata al 100% da SACE SpA per le operazioni commerciali a breve termine verso l’estero e sul territorio nazionale.
SACE mira a svolgere un ruolo crescente nel sostenere la crescita dell’economia italiana nel mondo tramite un’offerta di servizi ampia e completa, che prevede, oltre a prodotti tradizionali di copertura assicurativa, anche garanzie su finanziamenti e su emissione di titoli e strumenti finanziari connessi al processo di internazionalizzazione delle imprese italiane, con una particolare attenzione verso le piccole e medie imprese di cui si favorisce l’accesso al credito e al mercato dei capitali.
SACE ha rielaborato gli strumenti destinati al finanziamento di operazioni relative ai processi di internazionalizzazione delle Piccole e Medie Imprese (PMI) con Convenzioni Assicurative Quadro, Trattati di riassicurazione e coassicurazione con compagnie assicurative estere e Trattati di riassicurazione con società private.

 

SACE ha adottato un modello produttivo che prevede tre tipologie di prodotti. La prima è quella dei prodotti ad alta standardizzazione, che rispondono ad esigenze assicurative tradizionali di banche e imprese impegnate in attività di esportazione.
La seconda è quella dei “prodotti su misura” che interpretano esigenze più evolute o specifiche del mercato (come nel caso di prodotti di finanza strutturata o prodotti assicurativi ad integrazione di prodotti finanziari).
La terza è quella dei servizi di consulenza finalizzati a promuovere la penetrazione delle imprese italiane nei mercati esteri più difficili, dove la realizzazione di un progetto d’investimento richiede un supporto nella fase di individuazione, valutazione e strutturazione dell’iniziativa, adotta un approccio attivo anche con gli acquirenti esteri, individuando la opportunità di internazionalizzazione delle imprese.
Il nuovo modello produttivo aziendale si articola in 5 linee di attività; in questo modo le aziende possono ricorrere ad “expertise” specializzate a seconda del proprio profilo o del prodotto che si richiede:

  • Aziende
  • PMI
  • Prodotti Globali (come polizze assicurative a copertura degli investimenti , del capitale circolante, servizi di consulenza, altri prodotti finanziari)
  • Breve Termine (attività affidata prevalentemente alla controllata SACE BT)

SACE ha inoltre stipulato Convenzioni Assicurative Quadro con alcuni fra i maggiori Istituti di credito nazionali (fra cui Banca Intesa, Monte dei Paschi di Siena, Banca Nazionale del Lavoro, Banca di Roma, Sanpaolo IMI, Efibanca, Banca Popolare di Verona e Novara ed Unicredito) a copertura delle conferme apposte da tali Istituti sui crediti documentari emessi dalle banche estere a favore degli esportatori italiani, e che prevedono la messa a disposizione della banca assicurata di un “plafond” di impegno assicurativo e di un “massimale” Paese utilizzabile a fronte di controparti bancarie estere approvate da SACE. Ove l’Istituto di credito sia disposto ad assumersi una quota del rischio commerciale, esso può inserire in Convenzione anche banche estere non preventivamente valutate da SACE.

 

Gli organi collegiali della SACE sono:

 

il Consiglio di Amministrazione composto da dieci membri, inclusi il Presidente ed il Vicepresidente che durano in carica tre esercizi e sono rieleggibili.

Il Comitato Esecutivo, composto dal Presidente, dal Vice Presidente, dall’Amministratore Delegato e da due membri del Consiglio di Amministrazione scelti dal Consiglio stesso, in carica per tre esercizi e rieleggibili.

 

Gli altri organi societari della SACE sono:

 

il Collegio Sindacale, composto da cinque sindaci effettivi e due supplenti che durano in carica tre esercizi e sono rieleggibili.

il Comitato Consultivo , composto da undici membri di comprovata esperienza nelle materie attinenti l’attività della società, che durano in carica tre esercizi e sono rieleggibili.

Prodotti Assicurativi

per le Aziende:

  • Polizza Credito Fornitore (con possibilità di Voltura di Polizza)
  • Polizza Investimenti
  • Polizza Lavori

per le Banche:

  • Polizza Credito Acquirente
  • Conferme di Credito Documentario
  • Convenzioni Assicurative Quadro
  • Polizza Fideiussione
  • Credoc on line

Prodotti Globali

  • Credit Enhancement
  • Working Capital Facility
Rischi e Operazioni Assicurabili

SACE assicura contro rischi di:

  • Credito, connesso al mancato pagamento parziale o totale del debitore;
  • Mancata o ritardata restituzione parziale o totale delle cauzioni, depositi o anticipazioni;
  • Escussione delle fidejussioni previste per concorrere ad aste e appalti, a fronte di pagamenti anticipati a garanzia di buona esecuzione del contratto;
  • Produzione, per impossibilità di eseguire le prestazioni contrattuali;
  • Requisizione, confisca o comportamento arbitrario da parte dello Stato estero;
  • Distruzione o danneggiamento di beni connessi all’operazione assicurata;
  • Investimento all’estero a cui è esposto l’operatore nazionale nel caso in cui costituisca, partecipi o controlli un’ impresa estera.

Operazioni Assicurabili:

  • Esportazioni di merci e prestazioni di servizi
  • Esecuzioni di lavori all’estero
  • Crediti finanziari
  • Conferme di credito
  • Finanziamenti per approntamento fornitura
  • Prestazioni di fideiussioni
  • Cauzioni, depositi o anticipazioni
  • Investimenti all’estero
  • Locazioni anche finanziarie
  • Depositi all’estero per la vendita di prodotti
  • Crediti derivanti da prestiti obbligazionari

Per ulteriori approfondimenti si veda la sezione Rischi del sito SACE.

Esposizione

Il valore dei volumi assicurati al 31 dicembre 2005 è pari a 7.668 milioni di euro (il 2004 si era chiuso con un valore di 5.258 milioni di euro), e i premi lordi ammontano, sempre al 31 dicembre 2005, a 175,2 milioni di euro (123,9 milioni di euro a fine 2004).

Assicurazione dei crediti all'esportazione e protezione dell'ambiente

Nel 2001 SACE ha introdotto nel proprio processo di analisi i criteri per la valutazione dell’impatto ambientale delle operazioni per cui è richiesto il suo intervento. Le procedure di analisi sono state inizialmente applicate alle operazioni di finanza strutturata e “finanza di progetto” nonché, a partire dal mese di luglio 2001, gradualmente estese fino a coprire dal gennaio 2002 tutte le operazioni con termini di rimborso pari o superiori a 2 anni.
La Procedura di Analisi Ambientale classifica ogni operazione in una delle tre categorie di rilevanza dei potenziali impatti (A, B e C: rispettivamente alto, medio e basso): tale procedura è in linea con la Raccomandazione dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) sull’ambiente (OECD Recommendation on Common Approaches on Environment and Officially Supported Export Credits”) approvata dal Consiglio OCSE il 18/12/2003 e che l’Italia, assieme ad altri 23 Paesi membri si è impegnata ad applicare.
La Procedura di Analisi Ambientale prevede come primo passo l’analisi del “Questionario di Screening ambientale”, compilato dall’Esportatore, necessario per una preliminare classificazione delle operazioni in base al relativo impatto ambientale. Le operazioni di categoria A e B richiedono degli approfondimenti dopo la fase di “screening”, pertanto vengono esaminati il “Questionario di Verifica Ambientale” (per la categoria B) e lo “Studio di Impatto Ambientale” (per la categoria A) al fine di valutare la conformità dell’operazione agli standard e linee guida locali ed internazionali (Banca Mondiale).

Assicurazione dei crediti all'esportazione e lotta alla corruzione

Ulteriore settore di particolare attenzione per l’attività delle Agenzie di Credito all’esportazione dell’OCSE e dunque di SACE, è quello relativo all’adozione di misure di lotta alla corruzione di pubblici ufficiali stranieri nelle operazioni economiche internazionali.

La materia è stata oggetto di specifica regolamentazione in sede OCSE: nel dicembre 1997 è stata conclusa una Convenzione in materia (“Convention on Combating bribery of foreign public officials in international business transaction”) con la quale gli Stati firmatari (29 Paesi OCSE più Argentina, Brasile, Bulgaria, Cile e Repubblica Slovacca) si impegnano a contrastare il fenomeno della corruzione di pubblici ufficiali stranieri nelle operazioni economiche internazionali. Al fine di rendere operativo il dettato della Convenzione, il Gruppo di lavoro dell’OCSE sui Crediti all’Esportazione ha approvato, alla fine del 2000, un “Action Statement” sulle misure necessarie per contrastare il fenomeno.

SACE, in coerenza con l’Action Statement e con la normativa nazionale di recepimento della Convenzione (Legge n. 300/2000 e Decreto Legislativo nr. 231/2001), ha adottato una politica anti-corruzione articolata su diversi livelli:

  • Obbligo di informazione al richiedente sulla copertura assicurativa: il contratto da assicurare deve rispettare, ai fini della validità, la normativa locale ed estera con particolare riferimento alla Legge 300/200 che prevede la responsabilità penale dei pubblici ufficiali stranieri;
  • rifiuto del sostegno assicurativo: la commissione di un illecito penale o amministrativo relativo al contratto assicurato o alla procedura indennitaria, rende l’indennizzo non dovuto. SACE può richiedere quanto eventualmente corrisposto a titolo di indennizzo non dovuto;
  • lettera di manleva: l’esportatore è obbligato a rimborsare a SACE eventuali indennizzi corrisposti alla Banca assicurata in caso di condanna definitiva per illeciti penali commessi dallo stesso esportatore ai fini dell’acquisizione del contratto commerciale oggetto di finanziamento.

Gli operatori economici che intendono fare ricorso ai Servizi SACE possono ottenere le relative informazioni sul sito internet dell’istituto o inviare richieste all’indirizzo di posta elettronica relativo.

 


275