Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

L'Ufficio dell'Autorità Nazionale - Organizzazione e Compiti

 

L'Ufficio dell'Autorità Nazionale - Organizzazione e Compiti

 

L'Ufficio dell'Autorità Nazionale per l'attuazione della Convenzione sulla Proibizione delle Armi Chimiche è stato istituito con Legge n. 18 novembre 1995, n. 496 - art. 9, poi sostituito dall'Art. 6 della legge 4 aprile 1997, n. 93 ove si legge "Art.9 - 1. Ai sensi dell'articolo VII, paragrafo 4, della Convenzione, il Ministero degli Affari Esteri è designato come Autorità nazionale..." e poi, al comma 2 "Per l'adempimento dei compiti spettanti all'Autorità nazionale,…(omissis)… è istituito, presso il Ministero degli Affari Esteri, un ufficio di livello dirigenziale….". In adempimento al dettato della legge 93/97, l'Ufficio, tra l'altro:

  • cura i rapporti con l'Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche (OPCW) e con le Autorità Nazionali degli altri Stati Parte;
  • stipula gli Accordi di Impianto (Facility Agreements);
  • presenta annualmente al Ministro degli Affari Esteri una relazione sullo stato di esecuzione della Convenzione e degli adempimenti effettuati;
  • riceve i dati dalle Amministrazioni interessate circa la produzione, il possesso, l'utilizzo, il trasferimento, l'importazione, l'esportazione dei composti chimici di cui alla Convenzione;
  • dispone misure di verifica, anche mediante ispezioni, sugli impianti e sulle attività dei soggetti agli obblighi previsti dalla convenzione stessa.

Inoltre, presso lo stesso Ministero degli Affari Esteri è istituito e disciplinato, con regolamento ministeriale, un Comitato Consultivo, presieduto dallo stesso Capo dell'Ufficio e composto da rappresentanti dei Ministeri e delle associazioni industriali di categoria interessati all'attuazione degli obblighi derivanti dalla Convenzione.

Lo stesso Ufficio, con legge 15 dicembre 1998, n. 484, è delegato anche agli adempimenti derivanti dall'adesione dell'Italia al "Trattato sulla messa al bando totale degli esperimenti nucleari" (C.T.B.T.), adottato a New York dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1996.

Per lo svolgimento delle suddette attività, l'Ufficio si avvale di proprio personale, nonché di personale di altri Ministeri interessati, in posizione di distacco, e della consulenza di esperti estranei all'Amministrazione. Attualmente l'Ufficio è ubicato nei locali del palazzo della Farnesina, in Roma, in seno alla Direzione Generale degli Affari Politici; dipendente dall'Ufficio è l'Unità Tecnico Operativa (U.T.O.), dislocata nei locali della Caserma "La Bulgarella", composta prevalentemente da consulenti per le singole attività/materie .

Presso la medesima struttura è altresì dislocato il Centro Nazionale Dati per il C.T.B.T., gestito dall’Ufficio.


224