Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

60mo Anniversario Trattati di Roma

 

60mo Anniversario Trattati di Roma

 

Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma

Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo.

Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha deciso di promuovere una serie di eventi in Italia e nel mondo attraverso la propria rete diplomatico-consolare e degli Istituti Italiani di Cultura.

Alla Farnesina conferenze, dibattiti e mostre

Il 16 marzo 2017 si è tenuto alla Farnesina un Convegno storico internazionale sui Trattati di Roma con i massimi esperti di storia dell’integrazione, in collaborazione con l’Istituto Universitario Europeo di Firenze e sotto il coordinamento dal Prof. Antonio Varsori, Presidente dello European Union Liaison Committee of Historians.

In tale occasione, è stato presentato il primo volume della nuova raccolta tematica dei documenti diplomatici italiani, con una prefazione del Ministro Angelino Alfano, intitolato “Il rilancio dell’Europa: dalla Conferenza di Messina ai Trattati di Roma: 1955-1957”,  che documenta l’azione della diplomazia italiana negli anni cruciali che hanno portato alla firma dei Trattati di Roma. 

Sempre il 16 marzo, si è tenuta l’inaugurazione della Mostra di carattere storico documentale “Ever Closer Union”, realizzata in collaborazione con il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio e l’Istituto Universitario Europeo.

La mostra si suddivide in tre parti. La prima riproduce, con dettagliati commenti e didascalie, documenti storici provenienti dagli archivi degli Stati Membri che mostrano l’evoluzione del progetto di integrazione europea negli ultimi 60 anni. La seconda è costituita dagli originali dei Trattati di Roma e da altri documenti originali dell’archivio storico del MAECI, inclusi giornali dell’epoca.

La terza parte, infine, è costituita da una splendida collezione di poster, raccolti per oltre quarant’anni da Nicola Di Gioia, aventi ad oggetto campagne informative delle Istituzioni UE e degli Stati Membri su tematiche europee.

Il 20 marzo, la Farnesina ha ospitato la Conferenza "EU60: re-founding Europe,the responsibility to propose", organizzata con l’Istituto Affari Internazionali.

La conferenza ha costituito il momento conclusivo di un progetto di ricerca concepito oltre un anno fa per stimolare una riflessione sul tema del “rilancio dell’Europa”, attraverso il filo conduttore dell’integrazione differenziata. Quest’ultima è stata esaminata sia sotto il profilo delle implicazioni istituzionali (inclusi i risvolti finanziari) sia delle singole politiche settoriali (difesa, PESC, allargamento, migrazioni).

Il 27 aprile si terrà alla Farnesina una Conferenza di alto livello sulla Cooperazione allo Sviluppo europea, con l’obiettivo di mettere in luce la dimensione esterna dell'Europa "solidale". L’evento coniugherà la prospettiva storica con il vivace dibattito che nel 2017 si svilupperà attorno alla revisione del cosiddetto “Consenso Europeo sullo sviluppo”, all'approccio al fenomeno migratorio, al "post-Cotonou" e al lancio del Piano Europeo per gli Investimenti Esterni. La Conferenza sarà aperta dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano e dal Commissario UE alla Cooperazione internazionale ed allo Sviluppo, Neven Mimica, e sarà conclusa dal VP-AR Federica Mogherini e dal Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Mario Giro.

Grande mobilitazione della rete diplomatica consolare: oltre 200 eventi in più di 100 paesi

All’estero, la rete della Farnesina è fortemente mobilitata attraverso un ricchissimo calendario di manifestazioni celebrative dei risultati raggiunti in 60 anni di integrazione europea e di riflessione sul futuro dell'Europa.

Oltre 200 eventi, organizzati da 111 Sedi, testimoniano sul campo il fattivo impegno europeista del nostro Paese in vista del Vertice di Roma.

Tra le manifestazioni in programma, il Concerto della National Symphony Orchestra promosso dall'Ambasciata a Washington, cui prenderà parte il Ministro Angelino Alfano, e gli eventi che coinvolgono il S.S. agli Affari Europei Sandro Gozi in Croazia, Repubblica Ceca e Svizzera.

Grazie alla condivisione via cloud del materiale prodotto nelle 24 lingue ufficiali UE, la mostra  "Ever Closer Union"  sarà proposta a cura della rete diplomatica italiana in 67 spazi espositivi in tutto il mondo, dai Palazzi delle Istituzioni ( il Palazzo di Vetro a New York, il Palais des Nations Unies a Ginevra, la sede OCSE a Parigi) alle Università ai centri storici ai mezzi di trasporto di numerose città.

Perché l’Europa, è un patrimonio di tutti.


24391