Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

Chongqing - Camera Commercio Italiana inaugura uffici

Data:

25/01/2016


La Camera di Commercio Italiana in Cina inaugura domani il nuovo ufficio di Chongqing, la metropoli in forte crescita nel sud-ovest del gigante asiatico, dove vivono oltre 30 milioni di persone. Il nuovo ufficio e' situato nel Foreign Business District, cuore economico della citta', che ospita anche i distaccamenti di alcuni grandi nomi del commercio internazionale. All'inaugurazione sara' presente il console generale d'Italia a Chongqing, Sergio Maffettone, e il consiglio direttivo della Camera di Commercio Italiana in Cina, a cominciare dal presidente, Franco Cutrupia. Le celebrazioni continueranno in serata presso il Radisson Blu Hotel, dove e' prevista un ricevimento organizzato dalla stessa Camera di Commercio alla presenza di diversi esponenti delle autorita' locali di Chongqing.

La  Camera di Commercio Italiana a Chongqing conta venti soci, che operano soprattutto nei settori automobilistico e dei servizi, con particolare riguardo all'alimentare e alla ristorazione


Attualmente, la Camera di Commercio Italiana a Chongqing conta venti soci, che operano soprattutto nei settori automobilistico e dei servizi, con particolare riguardo all'alimentare e alla ristorazione. Per il 2016, il piano di azione e' quello di aumentare il numero di soci e le attivita' di business networking. La Camera di Commercio Italiana in Cina e' gia' operativa in quattro citta': oltre alla capitale, Pechino, ha uffici anche a Shanghai, Canton e Suzhou, dove si concentra la piu' numerosa realta' imprenditoriale italiana al di fuori dell'Unione Europea. La citta' con status di provincia di Chongqing e' una delle realta' in maggiore crescita della Cina, che sembra non risentire del rallentamento dell'economia a livello nazionale. Secondo gli ultimi dati diffusi nei giorni scorsi, la metropoli cinese e' cresciuta dell'11% nel 2015, contro una media nazionale del 6,9%, ai minimi degli ultimi venticinque anni


22015