Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Premio OPCW-The Hague Award 2017 ai due Master Internazionali dell’Università Tor Vergata. Alfano: "Italia sostiene ogni iniziativa per un mondo libero dalle armi chimiche"

Data:

27/11/2017


Premio OPCW-The Hague Award 2017 ai due Master Internazionali dell’Università Tor Vergata. Alfano:

Si è svolta oggi all’Aja, nel corso della XXII Conferenza degli Stati Parte della Convenzione per la Proibizione delle Armi Chimiche, la cerimonia di conferimento del Premio OPCW-The Hague Award 2017 ai due Master Internazionali in protezione da eventi CBRNe (chimici, biologici, radiologici, nucleari ed esplosivi) dell’Università di Roma “Tor Vergata”.

Il riconoscimento, di un valore pari a 45.000 euro, è stato consegnato nelle mani del Prof. Leonardo Palombi, Direttore dei Master e del Dipartimento di Biomedicina e Prevenzione, da parte del Direttore Generale dell’OPCW Amb. Ahmet Üzümcü, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia a l’Aja e del Capo dell’Autorita’ Nazionale per l’Attuazione della Convenzione per la Proibizione delle Armi Chimiche.

“L’Italia sostiene con energia ogni iniziativa volta a promuovere l’attuazione della Convenzione sulle Armi Chimiche, che proibisce l’uso di tali armi e ne richiede la distruzione” ha dichiarato il ministro Angelino Alfano. “Le mie congratulazioni all’Università di Tor Vergata, che con i suoi programmi supporta questo obiettivo strategico” ha aggiunto il titolare della Farnesina.

I due Master Internazionali in “Protezione da eventi CBRNe” (1° e 2° livello), interamente in lingua inglese, mirano a formare professionisti in grado di operare sul campo e di offrire supporto tecnico per gestire emergenze di tipo chimico, biologico, radiologico e nucleare. Dal 2009, i due corsi hanno formato oltre 170 esperti divenendo un punto di riferimento accademico di assoluto rilievo. L’Autorità Nazionale per l’Attuazione della Convenzione per la Proibizione delle Armi Chimiche, incardinata presso la Direzione Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza, ne ha promosso la candidatura al premio per il 2017, in stretto raccordo con l’Ambasciata d’Italia a l’Aja.


25839
 Valuta questo sito