Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Attilio Piccioni

 

Attilio Piccioni
  • Nato a Poggio Bustone il 14 luglio 1892, deceduto il 10 marzo 1976.
  • Laureato in Giurisprudenza, avvocato.
  • Inizia la sua attività politica nel 1920 nelle file del Partito popolare di don Sturzo, divenendo, successivamente, membro del consiglio nazionale e segretario della sezione di Torino.
  • All’avvento del fascismo, si ritira dalla vita politica, che riprende dopo il 25 luglio 1943.
  • Dal giugno 1945 è vice segretario politico della Democrazia cristiana e nel settembre 1946 subentra a De Gasperi nella carica di segretario politico e in tale ruolo conduce il partito alla vittoria elettorale del 18 aprile 1948.
  • Entra nell’apparato di governo quale Vice Presidente del Consiglio nel V Governo De Gasperi. Successivamente, è Ministro di grazia e giustizia nel VI Governo De Gasperi, Vice Presidente del Consiglio nel VII e VIII Governo De Gasperi.
  • Assume l’incarico di Ministro degli affari esteri nel I Governo Fanfani e nel Governo Scelba, incarico dal quale si dimette il 19 settembre 1954.
  • Torna al governo come Vice Presidente del Consiglio nel III e nel IV Governo Fanfani. Di quest’ultimo Gabinetto diventa anche Ministro degli affari esteri dal 29 maggio 1962, in sostituzione di Antonio Segni, eletto Presidente della Repubblica. In tale veste, il 7 settembre 1962 firma, insieme con il Vice Presidente statunitense Johnson, l’accordo di collaborazione scientifica spaziale (“programma San Marco”).
  • Nel 1963 è confermato Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli affari esteri nel I Governo Leone.
  • Nel I, II e III Governo Moro è Ministro senza portafoglio.

60
 Valuta questo sito