Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

RUSSIA: I rapporti culturali

 

RUSSIA: I rapporti culturali

Mariangela Pira.  Il 2011 è un anno molto importante perché sancisce le Relazioni culturali tra Italia e Russia. E’ infatti l’Anno della cultura italiana in questo Paese. Ne abbiamo parlato con la Signora Antonova, Direttrice del Museo Pushkin, che conferma l’eccellenza dei rapporti tra i due Paesi.

Signora Antonova – Direttrice Museo Pushkin
E’ tradizione consolidata del nostro Museo mettere in mostra opere d’arte di fondamentale importanza. Una sola opera perché rimanga impressa nella mente dei nostri visitatori. Lo facemmo con la Gioconda portandola dal Louvre nel ’74; con l’Anteo del Parmigianino; la Donna Violata di Raffaello dal Museo Pitti; la Dama con gli occhi grigi dagli Uffizi; il Bruto di Michelangelo; lo abbiamo fatto anche con altri musei ma dall’Italia abbiamo portato più opere.
I rapporti culturali con l’Italia sono prioritari per noi. Si è creata nel corso degli anni all’interno del museo Pushkin una pinacoteca italiana, una raccolta di dipinti. Anni fa ci fu una mostra molto visitata, “da Giotto a Malevich”.

Antonio Zanardi Landi – Ambasciatore italiano in Russia. E’ un anno che prevede degli eventi molto impegnativi, molto importanti: la grande mostra di Caravaggio, qui a fine anno, la Scala al Bolshoi due volte, per un balletto e per un’orchestra, una mostra di Antonello da Messina e tante altre cose.
Il nostro tentativo è di presentare quest’Anno della cultura italiana in Russia non solo come un qualcosa di puramente culturale, ma di riuscire a presentare un’immagine del nostro Paese così favorevole che ne possa venire, ne venga un beneficio all’intero sistema e dunque anche al prodotto italiano.

Adriano Dell’Asta – Direttore Istituto di Cultura Italiano a Mosca. Io credo che nella tradizione della Russia e nella tradizione dell’Italia ci sono tante cose che invece ci potrebbero aiutare a rispondere in maniera creativa alla sfida della globalizzazione.
Penso soprattutto ai piccoli spazi; sembra quasi paradossale parlare di piccoli spazi in un paese enorme come la Russia. Ma la Russia ha queste infinite sfaccettature: ogni persona, ogni villaggio, ogni piccola “isba”   è qualche cosa di assolutamente unico ed eccezionale.

Mariangela Pira.  La “Dama con liocorno” esposta in Ambasciata in occasione dell’inaugurazione dell’Anno italiano in Russia e di seguito al Museo Pushkin, ben esprime la combinazione tra arte e innovazione tecnologica, che caratterizza questo 2011.
Il dipinto è stato uno dei primissimi sottoposti, nel 1927, all’esame radiografico per confermarne la paternità di Raffaello. 

Mariastella Gelmini – Ministro dell’Istruzione. La mia visita è di aver avuto anche la possibilità di incontrare, proprio per sottolineare l’importanza della partnership in materia di ricerca scientifica, il mio omologo il Ministro Fursenko con il quale abbiamo affrontato importanti questioni, abbiamo avviato progetti significativi anche nell’ambito delle ricerche astro-particellari.

 

 


1072
 Valuta questo sito