Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dal Parlamento - Ratifiche di Accordi internazionali approvate in via definitiva dal Senato

Data:

10/10/2008


Dal Parlamento - Ratifiche di Accordi internazionali approvate in via definitiva dal Senato

Giovedi’ scorso il Senato ha approvato in via definitiva le seguenti ratifiche di Accordi  Internazionali:

• il protocollo aggiuntivo alle Convenzioni di Ginevra del 12 agosto 1949, relativo all’adozione di un emblema aggiuntivo della Croce Rossa, fatto a Ginevra l’8 dicembre 2005. La ratifica riguarda in dettaglio l’istituzione di un nuovo emblema, che si aggiunge ai simboli della Croce Rossa e della mezzaluna rossa. Il nuovo emblema, un rombo rosso che potra` contenere al suo interno i simboli originari o altri riconosciuti dalle Convenzioni di Ginevra, sottolinea il carattere di neutralita`, indipendenza e universalita` della piu’ importante organizzazione umanitaria mondiale.

• il protocollo n. 13 alla Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle liberta` fondamentali, relativo all’abolizione della pena di morte in qualsiasi circostanza, fatto a Vilnius il 3 maggio 2002. A tale proposito e’ da ricordare che oggi alla Camera dei Deputati si celebra “La giornata europea contro la pena di morte.

• l’ Accordo tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica dominicana sulla promozione e protezione degli investimenti, fatto a Santo Domingo il 12 giugno 2006. L’Accordo tutela gli investitori di entrambi gli Stati, prevedendo la clausola della Nazione piu` favorita e disciplinando il tema delle nazionalizzazioni e degli espropri, nonche´ le ipotesi di contenzioso.

• l’Emendamento alla Convenzione di Basilea del 22 marzo 1989 sul controllo dei movimenti transfrontalieri pericolosi, approvato dalla Terza Conferenza delle Parti con decisione III/1 del 22 settembre 1995. L’Emendamento e’ finalizzato ad impedire l’esportazione di rifiuti pericolosi da smaltire al di fuori dei Paesi dell’OCSE, della Comunita` europea e dello Stato del Liechtenstein.

• l’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo di Nuova Zelanda riguardante lo svolgimento di attività lavorativa da parte dei familiari conviventi del personale diplomatico, consolare e tecnico amministrativo, fatto a Roma il 4 dicembre 2003, con Scambio di Note integrativo, fatto a Roma il 2 e 7 novembre 2006.  L’Accordo equipara i cittadini neozelandesi a quelli appartenenti alla Comunità europea per quanto riguarda l’applicazione delle norme sull’immigrazione ed evita le reciproche restrizioni.


Luogo:

Rome

8283
 Valuta questo sito