Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dal Parlamento: Si’ bipartisan della Camera a mozioni per la riconciliazione in Somalia. Sottosegretario Scotti, l’Italia fortemente impegnata per la pace e la stabilita’

Data:

15/07/2009


Dal Parlamento: Si’ bipartisan della Camera a mozioni per la riconciliazione in Somalia. Sottosegretario Scotti, l’Italia fortemente impegnata per la pace e la stabilita’

Sì unanime dell'Aula della Camera alle mozioni sulle iniziative per il sostegno alla riconciliazione in Somalia. I testi di maggioranza ed opposizione impegnano, fra l'altro, il governo: "a farsi promotore, in relazione alla nuova fase politico-istituzionale apertasi in Somalia, di nuove iniziative politico-diplomatiche nell'ambito dei preposti organismi internazionali, allo scopo di sostenere il processo di una riconciliazione nazionale inclusiva di tutte le forze presenti nel Paese e di appoggiare il processo di dialogo, pacificazione e stabilizzazione, auspicato sia dalla popolazione somala che dall'intera comunità internazionale; a sostenere un'azione sinergica fra Nazioni Unite, Igad e Ipf, anche mediante la conclusione di un formale accordo di partnership, al fine di aumentare l'efficacia del comune sforzo per la stabilizzazione e lo sviluppo del Corno d'Africa; a sostenere l'azione della Somali woman agenda, conformemente alla risoluzione 1325 del Consiglio di sicurezza Onu, che assume la prospettiva di genere come parte integrante delle politiche di pace e sicurezza; a farsi promotore, in sede europea, della nomina di un inviato speciale per il Corno d'Africa per concretizzare un rinnovato impegno a livello europeo in grado di favorire una via negoziale per la pacificazione e la stabilizzazione della Somalia e dell'intera regione; a rilanciare il ruolo italiano nell'area, influente per i legami storici, per i rapporti politici costruiti in questi anni, per l'equilibrio e l'autorevolezza che vengono riconosciuti alla nostra azione diplomatica, avanzando candidature italiane a ricoprire gli incarichi internazionali che si auspica vengano assegnati nelle opportune sedi.

Sott. Scotti: l’Italia continua ad operare per la pace in Somalia e per un approccio internazionale alla crisi

Il Sottosegretario Vincenzo Scotti, a nome del governo, e’ intervenuto nella discussione generale sulle mozioni di maggioranza ed opposizione per sottolineare che ‘’l’Italia continua ad essere impegnata in tutti i competenti consessi multilaterali, a favore della pace in Somalia e di un approccio internazionale alla crisi’’. L’Italia non fa mancara il ‘’suo importante contributo sul piano politico e diplomatico e su quello del sostegno finanziario’’. Sul versante degli aiuti umanitari – ha affermato Scotti - l’Italia ha erogato nel 2008 e nel 2009 oltre 7 milioni di euro per iniziative nei settori alimentare, sanitario, scolastico, abitativo, approvvigionamento idrico e forniture di generi di prima necessita’.

Il Sottosegretario Scotti dopo aver evidenziato che il Governo italiano e’ stato tra i primi ad esprimere il ‘’proprio sostegno’’ al nuovo Presidente somalo e al nuovo Governo federale transitorio di unita’ nazionale, ha detto che una ‘’pacificazione duratura’’ per la Somalia e’ ‘’condizione indispensabile per il suo sviluppo e rappresenta un importante obiettivo dell’intera comunita’ internazionale, considerata la minaccia che il terrorismo e la pirateria rappresentano per la sicurezza globale’’. Scotti ha anche affermato che ‘’il Governo di Mogadiscio guarda al nostro Paese con rinnovata attenzione e grandi aspettative’’ e l’Italia ‘’intende svolgere un ruolo sempre piu’ trainante negli sforzi internazionali per la soluzione della crisi’’ ed e’ ‘’favorevole a sostenere l’ipotesi, gia’ all’esame dei competenti organismi dell’Unione europea, di nomina di un inviato speciale per il Corno d’Africa’’.


Luogo:

روما

9310
 Valuta questo sito