Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Mauritania: Frattini, grande opportunità per le imprese italiane

Data:

25/03/2010


Mauritania: Frattini, grande opportunità per le imprese italiane

Rilanciare "fortemente" le relazioni economiche e commerciali con la Mauritania, un "paese amico" con "forti complementarietà con il nostro sistema industriale". Questo l'obiettivo, sottolineato dal Ministro Franco Frattini, della “Country Presentation” che si è svolta il 22 marzo alla Farnesina e tutta dedicata alla Mauritania, con una serie di incontri tra gli imprenditori italiani e quelli mauritani per favorire gli investimenti italiani nel Paese africano. Perché l'Africa, ha sottolineato il Ministro, "rappresenta oggi una grande opportunità per gli investitori e gli esportatori del nostro paese".

Secondo Frattini l’Italia può fare “molto di più per partecipare allo sviluppo della Mauritania, potendo vantare imprese di assoluta eccellenza nei settori indicati da parte mauritana tra quelli di particolare interesse per lo sviluppo delle relazioni economiche con l’Italia”: agricoltura, agroindustria, allevamento, pesca; e poi ancora il settore delle infrastrutture e dei lavori pubblici e quello del turismo, ed infine il settore dell’industria della difesa, quello dell’industria mineraria e quello delle telecomunicazioni.

Rapporti economici, dunque, ma anche politici per rafforzare soprattutto la sicurezza in un paese nel quale sono stati rapiti, nel dicembre scorso, due italiani. "Il governo mauritano - ha assicurato Frattini - prosegue nella forte determinazione al contrasto al terrorismo che sta purtroppo colpendo duramente un territorio amplissimo della regione sahariana". Anche per questo i rapporti bilaterali tra i due paesi, oltre che nel campo della cultura, del turismo e del commercio, stanno andando avanti nel settore della sicurezza, con una cooperazione operativa dedicata alla sicurezza delle frontiere, organizzata dalla Guardia di Finanza italiana, e nel settore della difesa, con un accordo, ha ricordato Frattini, che coinvolgerà le forze armate italiane, l'industria della difesa e le forze armate mauritane per la formazione di piloti dell'aeronautica militare.

La collaborazione proseguirà anche a livello culturale quando, nel 2011, la capitale della Mauritania diventerà capitale della cultura islamica e "l'Italia contribuirà alla realizzazione di questo importante evento anche attraverso iniziative bilaterali organizzate in Italia".

La Mauritania, ha aggiunto il Ministro, "è un paese sempre più attivo sulla scena internazionale, svolge un ruolo importante dell'Africa occidentale, nei rapporti con l'Unione europea, in quelli con le regioni della riva sud del Mediterraneo, e all'interno dell'Unione africana".


Luogo:

روما،

10181
 Valuta questo sito