Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Il cinema italiano protagonista in Grecia

Data:

11/06/2010


Il cinema italiano protagonista in Grecia

Si è concluso con successo il 3° festival del cinema italiano ad Atene, promosso dall’Ambasciata italiana in collaborazione con la Cineteca Ellenica, che quest’anno ha reso omaggio alle donne registe: in particolare, Cristina Comencini, Francesca Comencini, Francesca Archibugi, Antonietta De Lillo, Fiorella Infascelli, Wilma Labate e Roberta Torre.

In apertura è stato proiettato il lungometraggio “Cosmonauta”, di Susanna Nicchiarelli, che ha ricevuto nel 2009 due premi presso la Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. Sette film di produzione del periodo 2000-2009 sono stati proiettati per la prima volta in Grecia, tra cui tre lungometraggi di Cristina Comencini, due di Francesca Comencini, uno di Francesca Archibugi e uno della giovane regista Susanna Nicchiarelli. Poi una una breve rassegna dedicata a film di donne registe, proiettati recentemente in Grecia partendo dal Film (L’Uomo Che Ama, 2008), di Maria Sole Tognazzi, rappresentante della nuova generazione, con Monica Bellucci in un ruolo inatteso.

La generazione meno recente è stata rappresentata dalla “Signora del cinema italiano” Lina Wertmuller, “Travolti da un insolito destino nell' azzurro mare de Agosto/Swept Away” (1974), e Film d’amore e d’anarchia (1973), e da Liliana Cavani, con il film raro “Al di la del bene e del male” (1977), seconda parte, dopo il “Guardiano della notte”, della trilogia dell’autore che trae spunto dalla vita di Friedrich Nietzsche.

Luogo:

Rome

Tags:

Cultura

10479
 Valuta questo sito