Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Afghanistan: Frattini e Rassoul inaugurano un corso per diplomatici in Italia

Data:

19/10/2010


Afghanistan: Frattini e Rassoul inaugurano un corso per diplomatici in Italia

Aiutare l'Afghanistan a costruire e consolidare le proprie istituzioni democratiche è una delle chiavi per facilitare la transizione dei poteri alle autorità afghane che dovrà partire dal 2011. Per questo l'Italia si impegna a formare giovani diplomatici afghani che dovranno rappresentare nel mondo un Afghanistan pacifico e democratico.

Il Ministro Franco Frattini ha inaugurato oggi alla Farnesina, insieme al collega afghano Zalmay Rassoul, il primo corso per giovani diplomatici afghani in Italia, finanziato dalla Cooperazione italiana e realizzato in collaborazione con la Scuola Superiore per la Pubblica amministrazione e l'Ambasciata americana a Roma. Un corso che, ha spiegato Frattini, "dimostra la volontà dell'Italia di essere un attore principale nel campo della formazione, non solo della polizia come già facciamo, ma anche di altre categorie di personale civile nell'Afghanistan".

"L'Italia è stato uno dei primi Paesi ad aiutarci, non solo oggi ma anche in passato, in momenti cruciali della nostra storia - ha ricordato Rassoul - e il popolo e il governo afghani non dimenticheranno il sacrificio dei vostri uomini e donne per proteggere la nostra sicurezza. Oggi è un altro grande giorno nelle nostre relazioni bilaterali", ha concluso ringraziando Frattini ma anche l'ambasciatore americano in Italia David Thorne. "Sin dall'inizio - ha affermato Thorne - l'Italia è stata uno dei maggiori pilastri per la formazione e lo sviluppo in Afghanistan. Questo corso per diplomatici è un altro esempio dell'impegno dell'Italia per costruire un Afghanistan democratico" che vogliamo diventi "un ponte di pace tra Oriente e Occidente".

Il progetto, che parte oggi e si concluderà il 15 dicembre, è rivolto a 18 giovani diplomatici e si articola in lezioni in aula e visite di studio a Roma, Caserta e Firenze, per un totale di 262 ore in 8 settimane. I corsi sono affidati a docenti universitari, diplomatici, alti funzionari, esperti italiani e stranieri. In cantiere ci sono anche altri progetti dell'Italia per aiutare l'Afghanistan in ambito civile. "Continueremo e rafforzeremo il nostro impegno per il settore giudiziario - ha assicurato Frattini -, inaugureremo dei progetti di formazione per altre amministrazioni pubbliche e altri ministeri afghani. Il personale pubblico - ha spiegato il Ministro - richiede una formazione specialistica di alta professionalità e in questo l'Italia può aiutare".


Luogo:

Roma

10867
 Valuta questo sito