Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Sistema Paese: Pakistan, l’industria tessile parla italiano

Data:

09/06/2011


Sistema Paese: Pakistan, l’industria tessile parla italiano

Nell'ambito delle celebrazioni per il 150esimo anniversario dell'Unita' Italiana, il Secondo Segretario Commerciale dell’Ambasciata italiana in Pakistan, Federico Bianchi, si è recato a Multan, importante centro tessile, agricolo e chimico del Sud del Punjab, sabato 4 e domenica 5 giugno, per rappresentare l’Ambasciata e gli eventi ivi organizzati.

Nel cuore della regione responsabile per il 70% della produzione di cotone nazionale (il Pakistan ne e' il quarto produttore al mondo), la visita ha poi visto una tappa in un'impresa tessile facente capo al Gruppo FATIMA: 1.100 operai, 1.750 tonnellate di filati "grezzi" prodotti all'anno (circa 5 tonnellate al giorno) esclusivamente destinati all'esportazione (soprattutto mercati europei, tra cui l'Italia, Stati Uniti e Cina). Anche in questa seconda azienda e' stato possibile apprezzare il funzionamento di macchine di produzione italiana (12 filatrici della ditta SAVIO), considerate dagli interlocutori pakistani come affidabili ed estremamente efficienti. L'azienda ha in programma a breve una espansione degli impianti con l'acquisto di altre 6 macchine da parte della stessa impresa italiana, che ha una propria rappresentanza a Lahore. Il settore tessile in Pakistan, nonostante la difficile situazione, anche economica, che sta attraversando si conferma dunque ricco di opportunità per le imprese italiane, la cui presenza in Pakistan appare significativa ma suscettibile di ulteriore crescita.

Il Presidente della Chamber of Commerce - nel ringraziare per l'attenzione costante che il nostro Paese sta dedicando a Multan, attraverso svariate iniziative, contatti e visite, grazie anche all'impegno della nostra Ambasciata - ha invocato un maggiore sostegno da parte dell'Italia in sede comunitaria nell'ambito del negoziato in corso relativo all'accesso dei prodotti dell'industria tessile di paesi come il Pakistan nel mercato UE. Ha, inoltre, auspicato contatti costanti con l’Ufficio Commerciale dell’ambasciata, al fine di coordinare anche possibili visite di imprenditori di Multan in Italia e viceversa.

Il rappresentante della Ambasciata ha ricordato le gia' importanti relazioni commerciali tra la regione di Multan e l'Italia ed ha manifestato il forte interesse da parte italiana ad essere un partner di riferimento per la comunita' imprenditoriale locale, soprattutto nei settori del tessile e della lavorazione delle pelli, dell'industria chimica e nel settore agricolo (e' attualmente allo studio un importante seminario in materia da organizzare con altri partner, tra cui la FAO, in autunno proprio a Multan).

L’Italia è impegnata in Pakistan anche con la Cooperazione Italiana (10 milioni di dollari, nell'ambito dell'Accordo di Swap del debito), attraverso il progetto per il restauro delle antiche mura della Citta' vecchia. Il progetto permetterebbe non solo un recupero architettonico-conservativo di un bene di inestimabile valore storico (Multan e' considerata dagli storici la piu' antica citta' abitata al mondo, con oltre 5.000 anni di storia al suo attivo), ma anche un rilancio dal punto di vista ambientale, sociale, e sanitario di un quartiere economicamente depresso e densamente popolato (oltre 40.000 abitanti).

 


Luogo:

Roma

Tags:

Asia

11893
 Valuta questo sito