Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

San Salvador - L'ambasciata d’Italia diventa 2. 0

Data:

10/04/2014


San Salvador - L'ambasciata d’Italia diventa 2. 0

L'ambasciata d'Italia a San Salvador si rinnova e diventa piu' "verde" e "user friendly". Sono stati ultimati i lavori di ristrutturazione della sede, realizzati gratuitamente da Astaldi con criteri antisismici e in maniera da ottimizzare il risparmio energetico, sfruttando al massimo luce e ventilazione naturali. Alla presenza di numerosi ambasciatori e dell'ambasciatore italiano a San Salvador Tosca Barucco, il ministro dell'Ambiente del paese latino americano Rosa Chavez e il vice ministro degli Esteri, Juan Jose Garcia (che ha la delega per i salvadoregni all'estero) hanno proceduto al taglio del nastro tricolore e visitato i locali.

Modello di consapevolezza ambientale

Particolare interesse hanno suscitato le caratteristiche del nuovo consolato, adeguato alle normative per l'accesso dei disabili e dotato di spazi confortevoli per il pubblico (5.500 presenze annue per i due terzi cittadini salvadoregni). In particolare, Chavez ha espresso vivo interesse per le misure ecosostenibili adottate rilevando che l'ambasciata italiana rappresenta nel paese un modello di consapevolezza ambientale e ha apprezzato le misure adottate per il risparmio energetico, nonche' quelle per la prevenzione ecosostenibile del Dengue, che hanno visto nel 2013 un articolato programma di misure preventive e di fumigazione con prodotti naturali (di produzione italiana che non danneggiano gli insetti utili).

Le opere realizzate

In dettaglio, grazie ai lavori i diversamente abili avranno a disposizione un'entrata con rampa e confortevoli servizi igienici usufruibili in carrozzella. Inoltre, e' stata costituite una sala d'attesa moderna e separata dall'area sportelli con vetri antiproiettile e uscita di sicurezza con maniglione antipanico. E' stato previsto uno sportello predisposto per la rilevazione delle impronte digitali dall'esterno dell'area di lavoro, nonche' la redistribuzione del personale in tre locali, tra cui uno adibito alle interviste individuali. Infine, e' stata razionalizzata la dislocazione degli uffici e dell'accesso del pubblico nella sede.


Luogo:

Roma

18384
 Valuta questo sito