Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Alfano: incontro con il segretario agli Affari Esteri filippino

Data:

18/01/2017


Alfano: incontro con il segretario agli Affari Esteri filippino

filipp1

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Angelino Alfano ha ricevuto alla Farnesina il segretario agli Affari Esteri della Repubblica delle Filippine Perfecto Yasay Jr.

Al centro dei colloqui le ottime relazioni bilaterali, quest’anno nel loro 70esimo anniversario. Il ministro Alfano ha confermato che “l’Italia guarda alle Filippine come a un partner chiave nel Sud-est Asiatico” sottolineando che “la firma oggi del Memorandum sul meccanismo di consultazioni bilaterali tra Ministeri degli Esteri consentirà di consolidare la nostra cooperazione politica su temi bilaterali e globali ed in particolare di intensificare le relazioni economiche e culturali”.

Alfano ha inoltre ribadito “il pieno sostegno del Governo italiano alla Presidenza filippina dell’ASEAN”, iniziata il 1 gennaio scorso, e “l’interesse dell’Italia, come dell’Europa nel suo complesso, nella crescita sostenibile e nella stabilità dell’Associazione”. “L’ASEAN – ha detto il ministro - può giocare un ruolo cruciale per il mantenimento della pace, sicurezza e stabilità nel Sudest Asiatico e nella regione asiatica nel suo complesso”. “Proprio oggi ho invitato gli ambasciatori italiani accreditati presso i 10 Paesi del Sudest asiatico a riflettere su una strategia operativa volta a promuovere la presenza italiana in un mercato che offre notevoli opportunità alle nostre imprese” ha aggiunto Alfano a conferma dell’interesse italiano per l’area.

L’incontro ha costituito infine un’occasione per una valutazione degli sviluppi politici interni del Paese asiatico. “L’Italia segue con attenzione l’evoluzione dei processi di pace nelle Filippine supportando gli sforzi del Governo nel perseguire un dialogo comprensivo con le diverse realtà” ha concluso il ministro.


24061
 Valuta questo sito