Argentina - Ionosonda Ingv per il nuovo Osservatorio Ionosferico in Argentina
Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Argentina - Ionosonda Ingv per il nuovo Osservatorio Ionosferico in Argentina

Data:

11/11/2016


Argentina - Ionosonda Ingv per il nuovo Osservatorio Ionosferico in Argentina

Inaugurato il nuovo Osservatorio Ionosferico in Argentina, a Bahia Blanca, provincia di Buenos Aires, equipaggiato con una ionosonda chiamata Ais-Ingv, sviluppata nei laboratori della sezione Roma2 dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

Comincia così, grazie alla collaborazione tra l'università di Bahia Blanca, Ingv e il suo spin-off SpacEarth, l'attività sperimentale in un nuovo Osservatorio Ionosferico in Argentina. L'Ingv collabora con la Universidad Tecnológica Nacional Facultad Regional di Tucumán (UTN-FRT) sin dal 2006, con l’installazione di una prima ionosonda Ais-Ingv a Tucumán già l’anno successivo. Dal 2013 la collaborazione si è estesa anche alla Facultad Regional de Bahia Blanca (UTN-FRBB) e l'impegno di tutte le parti ha portato all'attuale risultato.

Alla cerimonia d'inaugurazione hanno partecipato il sindaco di Bahia, il direttore della Università Tecnologica Nazionale e altre importanti autorità locali. Per parte italiana sono intervenuti il Console Generale d'Italia Riccardo Smimmo, il nuovo addetto scientifico dell'Ambasciata Jose M. Kenny e il precedente addetto scientifico Gabriele Paparo. “Il contributo dell'Ingv e, in particolare, quello del gruppo ionosferico della Sezione Roma2 nel raggiungere questo primo importante risultato – spiega Bruno Zolesi, associato di ricerca dell'Ingv - è stato apprezzato e sottolineato con grande  rilievo da tutti i partecipanti all'evento”.


23720
 Valuta questo sito