Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Centroafrica - Fino al 20 febbraio giovani diplomatici Centrafrica a corso Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa

Data:

06/02/2017


Centroafrica - Fino al 20 febbraio giovani diplomatici Centrafrica a corso Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa

Prosegue l'attivita' didattica internazionale della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa nell'Africa subsahariana per portare un nuovo contributo alla pacifica ricostruzione della Repubblica centrafricana (RCA), con due corsi di formazione per diplomatici. Da dicembre 2012 il conflitto nel Paese ha causato migliaia di vittime tra i civili e oltre mezzo milione profughi che hanno lasciato il Centrafrica per chiedere asilo nei paesi confinanti. Tuttavia, il cambiamento dello scenario politico dopo l'elezione di Faustin-Archange Touadera a febbraio 2016 ha aperto nuove prospettive e la pace e la ricostruzione del martoriato paese centrafricano passano anche dalla Scuola Superiore Sant'Anna e dalle sue attivita' di formazione. La prima parte del progetto si tiene presso la Scuola Superiore Sant'Anna a Pisa dove e' iniziata domenica 5 febbraio e dove proseguira' per due settimane, coinvolgendo sei diplomatici senior della Repubblica centrafricana che prenderanno parte ad un corso di formazione. Il corso mira a rafforzare le loro competenze nell'ambito della tutela e la promozione dei diritti umani e, attraverso un "training of trainers" (ToT), a fornire loro le competenze necessarie per replicare a loro volta corsi di formazione dalla fase di analisi e pianificazione alla valutazione del progetto stesso. Inoltre, l'idea di sviluppare un ToT garantisce la sostenibilita' del progetto in quanto i diplomatici che si recheranno a Pisa saranno i formatori della futura classe diplomatica della Repubblica centrafricana. Le attivita' didattiche, aperte da Andrea de Guttry, ordinario di diritto politico internazionale e direttore dell'Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, saranno tenute da docenti e da esperti di rilievo internazionale, per creare un pool di formatori locali e permettere uno scambio di buone pratiche ed esperienze per poi collaborare al rilancio della formazione nazionale di diplomatici all'inizio della loro carriera professionale.Il 7 Maggio 2017 seguira' la seconda parte del progetto per una durata di due mesi a Yaounde' (Camerun) presso la struttura dell'Institut des Relations Internationales du Cameroun (IRIC), partner del progetto. Questo corso di formazione di base vedra' come partecipanti quindici giovani diplomatici della Repubblica centrafricana affiancati da alcuni diplomatici camerunensi, ai quali verranno fornite le competenze e gli strumenti necessari per adempiere il loro mandato di diplomatici e rappresentare quindi i loro paesi a livello regionale ed internazionale. Le lezioni si terranno in Camerun con la collaborazione dell'IRIC, mettendo ancora una volta in evidenza l'importanza della cooperazione sud-sud, promossa da diversi anni dalla Scuola Superiore Sant'Anna. Oltre alle lezioni del professore Andrea de Guttry, saranno presenti docenti della Scuola Superiore Sant'Anna e altre Universita' italiane, dell'IRIC, funzionari diplomatici delle Ambasciate in Camerun, membri del corpo diplomatico camerunense, funzionari di organizzazioni internazionali basati a Yaounde' e i sei diplomatici senior della RCA che avranno partecipato al corso di formazione a Pisa. Il progetto - si legge in una nota del Sant'Anna di Pisa - costituisce un concreto seguito della visita compiuta nell'ottobre scorso dal vice ministro agli Affari esteri con delega alla Cooperazione internazionale, Mario Giro - la prima autorita' italiana a recarsi a Bangui - e della Conferenza di Bruxelles, che ha riaffermato l'impegno di paesi partner e donatori, tra cui l'Italia, ad accompagnare il Centrafrica nel suo percorso di stabilizzazione e di ricostruzione istituzionale e socio-economica. "Questa iniziativa di formazione - commenta il Professore Andrea de Guttry - vuole contribuire alla rivitalizzazione e sviluppo della classe diplomatica in RCA affinche' possano fronteggiare le attuali e complesse difficolta' del paese e possano applicare nel contesto diplomatico le competenze acquisite durante la formazione". Conclude il Professore Andrea de Guttry: "Questo conferma il ruolo di primo piano della Scuola Superiore Sant'Anna riconosciuto a livello internazionale da oltre 20 anni di ricerca scientifica e di attivita' sul campo in queste attivita' di formazione internazionali nelle zone di crisi del mondo". "Non puo' esserci ricostruzione - dichiara il vice ministro Mario Giro -senza ricostruire le istituzioni e le capacita' umane della classe dirigente centrafricana. Attraverso questo progetto pilota, voluto e finanziato dal MAECI, ci proponiamo di dare il nostro contributo alla nascita di un corpo dirigente. Un forte valore aggiunto dell'iniziativa" ha concluso il Vice Ministro "e' quello della cooperazione trilaterale che coinvolge oltre all'Italia e alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa come partner tecnico, anche il Camerun, importante vicino della Repubblica Centrafricana, e l'Istituto per le Relazioni Internazionali del Camerun (IRIC), istituzione a marcata vocazione regionale. Il ruolo dei paesi vicini e' determinante per la definitiva pacificazione e la ricostruzione del Centrafrica".


24171
 Valuta questo sito