Scambi culturali Italia-USA. Riunione dei borsisti Fulbright alla Farnesina (31 maggio 2016)
Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Scambi culturali Italia-USA. Riunione dei borsisti Fulbright alla Farnesina (31 maggio 2016)

Data:

31/05/2016


Scambi culturali Italia-USA. Riunione dei borsisti Fulbright alla Farnesina (31 maggio 2016)

Nell’ambito del programma di borse di studio offerte dalla Commissione Fulbright di scambi culturali, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha ospitato il primo incontro di orientamento congiunto per circa 60 studenti: borsisti italiani in partenza per gli Stati Uniti e borsisti americani in arrivo in Italia.

La riunione ha evidenziato la qualità dell’azione della Farnesina per stimolare l’internazionalizzazione del sistema universitario italiano, l’attrazione di talenti stranieri e la collaborazione universitaria: strumenti essenziali, questi, per la promozione della cultura italiana e, più in generale, del “Marchio Italia”. In questa cornice, il Programma Fulbright è uno strumento di assoluto valore aggiunto per i rapporti culturali fra Italia e USA.

I lavori sono stati aperti dal Sottosegretario Vincenzo Amendola e dall’Ambasciatore statunitense John Phillips. Hanno inoltre partecipato il Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese, Vincenzo De Luca, e il Direttore Esecutivo della Commissione Fulbright, Paola Sartorio. A moderare il dibattito, una personalità speciale: Gianni Riotta, scrittore, giornalista, professore, nonché Fulbright Alumnus e componente del Consiglio Direttivo della Commissione. La sessione operativa è stata aperta dal Presidente della Commissione, Massimo Riccardo: diverse le tavole rotonde organizzate sulla promozione della lingua e cultura italiana negli Stati Uniti, nonché su temi di attualità internazionale, quali migrazioni e riscaldamento globale.

Oltre ai 60 borsisti, hanno partecipato i membri del Consiglio Direttivo e numerose personalità del mondo accademico, degli istituti accademici ed enti privati con cui collabora la Commissione, nonché numerosi rappresentanti della stampa.


22844
 Valuta questo sito