Serbia - Cinema, omaggio a Giuseppe De Santis per il centenario della nascita
Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Serbia - Cinema, omaggio a Giuseppe De Santis per il centenario della nascita

Data:

03/02/2017


Serbia - Cinema, omaggio a Giuseppe De Santis per il centenario della nascita

Al via venerdì 3 febbraio alla Cineteca Jugoslava di Belgrado (Kosovska 11) un ciclo di proiezioni dedicato a Giuseppe de Santis. Una tre giorni - grazie alla collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado - che rende omaggio al regista in occasione del centenario della nascita (11 febbraio 1917). Da venerdì a domenica verranno proposti al pubblico alcuni dei più celebri lavori di uno dei padri del neorealismo cinematografico italiano.

In tutto 9 i film che verranno proiettati: il primo appuntamento è con il documentario “Giorni di gloria” del 1945. Poi sarà la volta di “Caccia tragica” (1947) con Vivi Gioi e Andrea Checchi e “Riso amaro”, l’iconico film sulle mondine che segnò nel 1949 l’esordio cinematografico di Silvana Mangano affiancata da Vittorio Gassman, Doris Dowling e Raf Vallone. Sabato è invece in programma “Non c'è pace tra gli ulivi”, film del 1950 con l’esordiente Lucia Bosé coinvolta in una vendetta tra pastori. Un tragico fatto di cronaca è invece al centro di “Roma, ore 11” (1952) che ricostruisce un incidente occorso a numerose ragazze in cerca di lavoro. Silvana Pampanini è invece la protagonista di “Un marito per Anna Zaccheo” (1953) che verrà proiettato sabato alle 21. Infine domenica “Un apprezzato professionista di sicuro avvenire” (1972), “Uomini e lupi” (1957) e “La strada lunga un anno” (1958).


24154
 Valuta questo sito