Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Impegno italiano per limitare la diffusione dei sistemi di trasporto delle armi di distruzione di massa

Data:

13/04/2017


Impegno italiano per limitare la diffusione dei sistemi di trasporto delle armi di distruzione di massa

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano:

“Trenta anni fa, il 16 aprile 1987, il G-7 (Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, USA) annunciava la formazione del Regime di Controllo della Tecnologia Missilistica (MTCR) per limitare il trasferimento di missili capaci di trasportare armi di distruzione di massa e connesse tecnologie.

Oggi, il Regime conta 35 membri ed è un elemento essenziale della cooperazione internazionale contro la proliferazione.

I controlli, lo scambio di informazioni e varie forme di collaborazione sviluppati nei 30 anni scorsi hanno ridotto significativamente la capacità dei proliferatori di acquisire equipaggiamenti, tecnologie e conoscenze per sviluppare e produrre sistemi missilistici, senza tuttavia impedirne il commercio legittimo.

La proliferazione delle armi di distruzione di massa e i loro mezzi di trasporto rimane una minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale, come riconosciuto dalla Risoluzione 1540 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Assieme agli altri membri del Regime, l'Italia continuerà a promuovere l'impegno a limitare la diffusione di sistemi di trasporto delle armi di distruzione di massa e della tecnologia ed equipaggiamenti connessi.

Le Autorità italiane continueranno anche a sensibilizzare il settore produttivo e il settore universitario e della ricerca scientifica e tecnologica per promuovere una crescente consapevolezza e trasparenza degli scopi dell'MTCR.”


24565
 Valuta questo sito