This site uses technical and analytics cookies.
By continuing to browse, you agree to the use of cookies.

Partecipazione del Vicepresidente del Consiglio e Ministro Tajani alle celebrazioni per il centenario dell’Aeronautica Militare Italiana

Nell’ambito delle celebrazioni per i cento anni dalla costituzione dell’Aeronautica Militare Italiana, previste a partire da oggi, 28 marzo 2023, il Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, ha preso parte a una cerimonia militare sulla Terrazza del Pincio, a Roma, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“La collaborazione del Ministero degli Esteri con il Dicastero della Difesa ed in particolare con l’Aeronautica Militare è da sempre eccellente”, ha dichiarato il Vice Premier Tajani: “gli ufficiali dell’Aeronautica Militare che prestano servizio, quali Addetti per la Difesa, nelle Ambasciate italiane nel mondo contribuiscono con grande efficacia alla nostra azione di politica estera e a tutelare gli interessi nazionali nel mondo”.

Nel difficile contesto geo-strategico attuale, l’Aeronautica Militare non è solo un indispensabile baluardo per la sicurezza nazionale ma offre un contributo di inestimabile valore per garantire l’integrità dello spazio aereo Euro-Atlantico, dall’Islanda, ai Balcani, passando per l’intero vicinato orientale, fino al Mediterraneo, mettendo a disposizione capacità avanzatissime e dimostrando quotidianamente straordinaria dedizione, spirito di servizio e generosità.

Per valorizzare l’anniversario, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha organizzato un ricco programma di celebrazioni che coinvolge la rete diplomatico-consolare e degli Istituti Italiani di Cultura. Una prima iniziativa, che verrà proposta dalle Sedi all’estero nel mese di aprile, prevede la proiezione aperta al pubblico del docu-film “I cacciatori del cielo”, la storia avvincente della nascita dell’aviazione italiana, raccontata attraverso le gesta di tre uomini: il maggiore Francesco Baracca (che diverrà principale asso dell’aviazione italiana), il capitano Ruggero Piccio (che in seguito diverrà il primo Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare), e infine Bartolomeo Piovesan, meccanico addetto alla manutenzione dell’aereo di Baracca.

Ulteriori iniziative riguardano la mostra “Growing Peace” presso la Sede delle Nazioni Unite a New York, organizzata dalla Rappresentanza Permanente italiana all’ONU con il Ministero della Difesa e l’Aeronautica militare, per evidenziare il contributo italiano alle missioni di mantenimento della pace, che è tradizionalmente particolarmente significativo, e la realizzazione di un progetto itinerante di materiale fotografico e audiovisivo per valorizzare le capacità italiane nel settore dell’osservazione metereologica.

You might also be interested in..