Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Accesso al mercato e barriere commerciali

OBIETTIVI:

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale supporta le aziende italiane che riscontrano problematiche di accesso al mercato nei Paesi terzi, attraverso un partenariato che riunisce la Commissione europea, i governi nazionali e le imprese, al fine di eliminare gli ostacoli che gli esportatori e gli investitori europei incontrano nei mercati extraeuropei.

STRUMENTI:

Il Market Access Advisory Committee (MAAC) è un Comitato Consultivo che riunisce allo stesso tavolo i rappresentanti degli Stati membri e le Associazioni delle Industrie Europee. Istituito il 24 settembre 1998, si riunisce attualmente una volta al mese, con lo scopo di perseguire una strategia comune volta a rimuovere le barriere commerciali e fronteggiare il crescente protezionismo.

In tale contesto, in coordinamento con esperti della DG-TRADE suddivisi per aree geografiche, settori e problematiche specifiche, vengono analizzati ostacoli tariffari come dazi doganali in eccesso e barriere non tariffarie quali restrizioni quantitative, licenze all’importazione, ostacoli tecnici e sanitari, controlli di conformità, restrizione di servizi, investimenti, discriminazione negli appalti pubblici, violazioni dei diritti di proprietà intellettuale.

Al fine di ideare un mezzo interattivo di comunicazione con gli operatori del settore è stato creato il nuovo portale online denominato Access2MarketsIl portale fornisce un supporto sostanziale alle aziende ed in particolare alle piccole e medie imprese che possono trovare utili informazioni su argomenti – relativi al commercio con i Paesi terzi – come tariffe, tasse, regole di origine, requisiti del prodotto, procedure doganali, barriere commerciali, statistiche sui flussi commerciali ed agevolazioni che derivano dagli accordi commerciali firmati dall’UE con tali Paesi.

All’interno del sito, attraverso due distinti format, è possibile segnalare  direttamente alla Commissione MAAC gli ostacoli all’accesso al mercato e le violazioni degli impegni in materia di commercio e sviluppo sostenibile derivanti dagli accordi commerciali conclusi dall’UE.

Con questo portale la Commissione Europea ha inteso semplificare l’accesso alle informazioni al commercio internazionale e reso disponibili gli aggiornamenti in maniera chiara ed efficace in tutte le lingue ufficiali della UE; un patrimonio preziosissimo per gli esportatori europei che sono costituiti per l’88% da piccole imprese.

CONTATTI:

Le aziende e le piccole e medie imprese che nel corso della loro attività di export nei Paesi terzi incontrassero eventuali ostacoli, possono, direttamente o attraverso le proprie Associazioni di settore, contattare l’Ufficio X delle DGUE del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, inviando una mail a:
dgue-10@esteri.it