Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Contingenti tariffari sulle esportazioni di legname dalla Federazione russa verso l’Unione Europea. Anno 2015

Prot.169649                                                                                                                    29 settembre 2014

Si comunica che dal 1° ottobre sono aperti i contingenti tariffari sulle esportazioni di legname (abete e pino, come da allegato I) dalla Federazione russa verso l’Unione europea per l’anno 2015.

I massimali per il suddetto anno sono i seguenti:

Prodotto              Quota per gli importatori tradizionali                 Quota per  i nuovi importatori
Abete                                  4.172.420 m³                                                      1.788.180 m³
Pino                                    2.552.130 m³                                                      1.093.770 m³

Durante la prima parte del periodo contingentale (1 gennaio – 31 luglio ) Il 70% di ciascun contingente tariffario per gruppo di prodotti è assegnato agli importatori tradizionali, il 30% di ciascun contingente tariffario è assegnato ai nuovi importatori.

In questa parte del periodo contingentale ciascun importatore tradizionale può chiedere autorizzazioni contingentate fino al raggiungimento del massimale attribuitogli  in base al comma 2, art. 6 del Reg. 498/2012 del 12 giugno 2012.

Ad ogni nuovo importatore, invece,  è assegnata una quota massima dell’1,5% del contingente tariffario per ciascun gruppo di prodotti, in base all’ordine cronologico di ricezione delle domande di autorizzazioni.

Nella seconda parte del periodo contingentale (1° agosto – 31 dicembre)  i contingenti tariffari rimanenti per ciascun gruppo di prodotti, saranno assegnati a tutti gli importatori, in base all’ordine cronologico di ricezione delle domande di autorizzazioni.

In questa parte del periodo contingentale a tutti gli importatori sarà assegnata una quota massima del 5%.

Le domande di autorizzazioni devono essere presentate nella forma indicata nell’allegato II, corredate dalla dichiarazione giurata (allegato III) e dal contratto o contratto preliminare, ai sensi del Regolamento di esecuzione (UE) 498/2012 della Commissione del 12 giugno 2012, pubblicato sulla G.U.U.E. L 152 del 13/06/2012 (modificato con Regolamento di esecuzione (UE) 449/2014 della Commissione del 2 maggio 2014, pubblicato sulla G.U.U.E. L 132 del 3/5/2014)  e del Protocollo tra l’Unione europea e il governo della Federazione russa, pubblicato sulla G.U.U.E. L 57 del 29/02/2012.

Le istanze devono essere presentate, ai sensi del citato Protocollo, entro e non oltre il 1° dicembre 2015 al Ministero dello Sviluppo Economico,  Direzione Generale per la Politica Commerciale Internazionale, Div. III – Viale Boston, 25 – 00144 Roma.

In seguito all’ottenimento dell’autorizzazione, gli importatori sono tenuti ad osservare tutti gli adempimenti previsti dal suindicato Regolamento.

IL DIRIGENTE

(Anna Flavia Pascarelli)