Questo sito usa cookies per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Linee Guida per le Missioni degli Enti territoriali all’estero

 

Linee Guida per le Missioni degli Enti territoriali all’estero
  • Base giuridica 
    Le missioni all’estero degli Enti Territoriali rientrano tra le “attività di mero rilievo internazionale” regolate dagli artt. 2 e 3 del DPR del 31 marzo 1994 nonché dall’art. 6, comma 7 della legge n. 131/2003 (Legge La Loggia).
  • Procedura
    Titolare della procedura è il Dipartimento Affari Regionalie e le Autonomie (DAR) della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Servizio per le Attività Internazionali del sistema delle Autonomie Territoriali. 


L’Ente Territoriale è tenuto:
a comunicare la propria missione all’estero ai sotto elencati destinatari, con congruo anticipo, preferibilmente almeno 30 giorni prima della data prevista di inizio, indicando lo scopo, la durata, i soggetti che ne prenderanno parte con rispettiva qualifica: 

1. Dipartimento Affari Regionali e le Autonomie  (DAR), Servizio per le Attività Internazionali del Sistema delle Autonomie Territoriali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri
2. Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese (DGSP) Ufficio II
3. Regione di appartenenza (se trattasi di Enti sub-regionali) 

Qualora le missioni all’estero comportino incontri con gli organi rappresentativi a livello centrale o regionale di Paesi esteri, gli Enti territoriali si coordinano altresì, per la organizzazione delle stesse, con le rappresentanze diplomatiche e consolari dello Stato. 

 


23138
 Valuta questo sito