Praga - Sicurezza nei prossimi 25 anni (مضمون متوفر باللغة الإيطالية فقط)
Questo sito usa cookies per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Praga - Sicurezza nei prossimi 25 anni (مضمون متوفر باللغة الإيطالية فقط)

التاريخ:

13/11/2014


Praga - Sicurezza nei prossimi 25 anni (مضمون متوفر باللغة الإيطالية فقط)

Il lascito degli ultimi 25 anni e le prospettive per i prossimi 25 anni del quadro geo-politico internazionale. Sono stati questi i temi al centro di una conferenza a Praga sulla sicurezza dal titolo "World, European Union, and Czechia: 1989 - 2014 - 2039. Discussion about next 25 years 25 years after the end of the Cold War". L´evento, giunto alla sua decima edizione, e' stato organizzato dal Centro per le politiche della sicurezza della facolta' di Scienze sociali dell´universita' Karlova, sotto l´egida della presidenza italiana del Consiglio dell´Unione Europea e con la collaborazione dell´ambasciata d´Italia nella Repubblica Ceca. I lavori sono stati aperti dal ministro degli Esteri ceco Zaoralek che ha sottolineato la complessita' della situazione attuale e l'incapacita' delle e'lites politiche di risolvere le piu' recenti crisi in Ucraina e nel Grande Medio oriente, ma ha voluto anche ricordare i passaggi politico-diplomatici potenzialmente pericolosi esistenti alla fine della Guerra Fredda che hanno poi trovato una soluzione non traumatica.

Sfide internazionali dell'Ue sulle frontiere a sud ed a est

Nel corso del suo intervento, l´ambasciatore italiano a Praga Aldo Amati ha voluto far riferimento alle sfide internazionali che si trova ad affrontare l'Unione Europea in particolare alle sue frontiere a sud ed a est. "Immigrazione clandestina, allargamento ai Paesi dei Balcani Occidentali, relazioni transatlantiche - ha affermato il diplomatico - vanno affrontati con la necessaria solidarieta' e con politiche sempre piu' condivise a livello europeo". Al convegno, cui e' intervenuto anche il generale Vincenzo Camporini gia' capo di stato maggiore della Difesa e attuale vicepresidente dell´Istituto Affari Internazionali, hanno portato la propria testimonianza numerosi protagonisti della fine della Guerra Fredda, vari ambasciatori presenti a Praga e esponenti di primo piano del mondo politico ed economico della Repubblica Ceca.


المكان:

Roma

Tags:

Europa

19635
 Valuta questo sito