Questo sito usa cookies per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dei - Sudafrica: Enel Green Power si aggiudica altri 2 progetti eolici

التاريخ:

12/06/2015


Dei - Sudafrica: Enel Green Power si aggiudica altri 2 progetti eolici

Sudafrica: Enel Green Power si aggiudica altri 2 progetti eolici

Il Ministero dell'Energia sudafricano ha annunciato l'assegnazione di altri 13 progetti fotovoltaici ed eolici nell'ambito della cosiddetta ''over allocation'' della quarta fase del Renewable Energy Independent Power Producer Procurement Programme (REIPPPP), dopo che lo scorso mese di aprile erano già stati aggiudicati contratti per più di 1.000 MW di potenza installata.

La nuova tornata di assegnazioni ha visto Enel Green Power aggiudicarsi altri due progetti eolici per una capacità di 280 MW. Le stazioni di Soetwater (142 MW) e Garob (138 MW) verranno realizzate nella provincia del Northern Cape ed entreranno in esercizio entro il 2018, con un investimento complessivo di circa 340 milioni di euro. A pieno regime i due impianti saranno in grado di generare circa 1.000 GWh all'anno. Nel quadro del REIPPPP dalla fine del 2012 ad oggi sono stati assegnati in totale 92 progetti, con investimenti pari a 193 miliardi di Rand (oltre 14 miliardi di euro).

Grazie soprattutto ai successi conseguiti in Sudafrica, Enel Green Power consolida il primato tra gli operatori privati attivi nel continente africano nel settore della green economy. I progetti di Soetwater e Garob, che si aggiungono a quelli eolici di Oyster Bay (142 MW), Nxuba (141 MW) e Karusa (142 MW), portano a 705 MW la capacità degli impianti aggiudicati nella quarta fase del REIPPPP. Ad oggi l'azienda italiana ha ottenuto nelle gare pubbliche in Sud Africa oltre 1.200 MW di energia eolica e solare, con investimenti di oltre 1,5 miliardi di euro.

Kazakhstan: al via ammodernamento del sistema aeroportuale

L’amministratore delegato di Airport Management Group (parte della società nazionale Temir Zholy), che gestisce una rete di 11 aeroporti in Kazakhstan, ha dichiarato che il gruppo  ha in progetto di effettuare investimenti per circa 1,2 miliardi di euro per sviluppare fino al 2030 gli aeroporti sotto la sua gestione.

In particolare, nei prossimi cinque anni 800 milioni verranno investiti nello sviluppo degli scali di Astana, Petropavlovsk, Kostanai e Kyzylorda; di grande rilievo il progetto relativo a Shymkent, dove il gruppo conta di investire 115 milioni per la costruzione di un centro di trasporto multimodale entro il 2017.

Alcuni progetti specifici stanno per essere lanciati tramite gare internazionali: la costruzione di una seconda pista per l'aeroporto di Astana, il cui finanziamento vede la partecipazione della Bers; il rinnovo della pista dell'aeroporto di Kostanai; lo sviluppo dell'aeroporto di Shymkent, con la costruzione di un nuovo terminal collegato alle reti di trasporto stradale e ferroviario; la fornitura di equipaggiamenti e materiali per tutti gli 11 aeroporti (per valore stimato in 15 milioni di euro).


20864
 Valuta questo sito