Presentazione della Presidenza italiana dell’IHRA
Questo sito usa cookies per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Presentazione della Presidenza italiana dell’IHRA

التاريخ:

27/03/2018


Presentazione della Presidenza italiana dell’IHRA

Si è tenuta il 26 marzo alla Farnesina la presentazione del programma della Presidenza italiana 2018 dell’Alleanza Internazionale per la Memoria dell’Olocausto (International Holocaust Remembrance Alliance – IHRA), organismo intergovernativo che coordina e stimola l’impegno dei suoi Paesi membri per la tutela e la trasmissione della memoria della Shoah, in particolare con la promozione della ricerca storica, la conservazione di testimonianze e siti, e l’educazione delle nuove generazioni. L’Italia ha assunto formalmente la Presidenza il 6 marzo scorso, con una cerimonia ospitata presso l’Ambasciata d’Italia a Berlino, città sede del Segretariato Esecutivo dell’organizzazione.

Alla presentazione, alla quale sono stati invitati i Paesi membri e osservatori dell’IHRA, sono intervenuti l’Amb. Sandro De Bernardin, Capo della Delegazione italiana presso l’IHRA, il dott. Giuseppe Pierro, dirigente del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) e Vice Capo della Delegazione italiana, e la Cons. Michela Carboniero, Capo Ufficio Diritti Umani del MAECI e membro della Delegazione italiana dell’IHRA.

Nel suo intervento, l’Amb. De Bernardin ha presentato il programma di lavoro della Presidenza Italiana, indicando le tre principali finalità: l’assolvimento delle responsabilità istituzionali, a cominciare dall’organizzazione di due Assemblee Plenarie (la prima a Roma dal 28 al 31 maggio, la seconda a Ferrara dal 27 al 29 novembre 2018) e dal completamento del lavoro avviato dalle due Presidenza precedenti sulla “nuova strategia IHRA” (intesa a razionalizzare attività e strutture dell’organizzazione); accrescere la conoscenza e la visibilità dell’IHRA presso policymakers e grande pubblico (in particolare con l’organizzazione di due convegni internazionali, rispettivamente il 27 maggio a Roma sul tema delle legislazioni razziali e il 16 novembre a Milano su quello dell’incitamento all’odio); la produzione di nuovo materiale destinato alle scuole italiane, per agevolare e migliorare qualitativamente l’educazione sull’Olocausto.

Il dott. Pierro ha presentato le più recenti attività realizzate dal MIUR in materia di contrasto all’antisemitismo e memoria dell’Olocausto, tra cui le linee guida nazionali per l’insegnamento della Shoah, distribuite a tutte le scuole, e la collaborazione con le comunità ebraiche. Durante l’incontro è stato proiettato anche il primo trailer ufficiale del documentario animato sulle sorelle Andra e Tatiana Bucci, sopravvissute ad Auschwitz, prodotto dal MIUR e dalla RAI, con il sostegno della Delegazione italiana dell’IHRA. Il documentario verrà trasmesso in Italia a maggio.


26632
 Valuta questo sito