Borsisti italiani in partenza per il Programma Fulbright
Questo sito usa cookies per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Borsisti italiani in partenza per il Programma Fulbright

التاريخ:

10/06/2019


Borsisti italiani in partenza per il Programma Fulbright

Tempo di saluti per 70 borsisti italiani e statunitensi del Programma Fulbright. In occasione della loro partenza per gli USA, la Commissione per gli Scambi Culturali tra l’Italia e gli Stati Uniti ha organizzato nella mattinata un evento presso l’Ambasciata USA a Roma, con la partecipazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Nel pomeriggio, i borsisti si sono spostati alla Farnesina, per un saluto istituzionale e un tour guidato alle opere della Collezione Farnesina.

Ai lavori, aperti dall’Incaricata d’Affari dell’Ambasciata statunitense a Roma, Kelly Degnan, hanno preso parte il Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese, Min. Plen. Vincenzo de Luca, e il Direttore Esecutivo della Commissione Fulbright, Paola Sartorio. L’incontro, che ha visto la partecipazione dell’archeologo -ed ex-alunno Fulbright- Darius Arya, è stato moderato da Rodney Ford, addetto culturale dell’Ambasciata statunitense. Si sono svolte anche diverse tavole rotonde dedicate alla promozione linguistica e culturale in Italia e negli Stati Uniti, nonché a temi di attualità internazionale, quali migrazioni e sostenibilità ambientale. Alla sera i borsisti sono stati accolti alla Farnesina per un momento conviviale aperto dal saluto del Direttore Centrale per la promozione della cultura e della lingua italiana, Min. Plen. Roberto Vellano.

Oltre ai 70 borsisti italiani e statunitensi del Programma hanno partecipato alle celebrazioni anche membri del Consiglio Direttivo e numerose personalità del mondo accademico e degli enti privati che collaborano con la Commissione Fulbright e contribuiscono allo sviluppo del Programma.

Sin dalla sua nascita, il Programma ha svolto un ruolo centrale nei rapporti bilaterali italo-statunitensi attraverso il finanziamento di borse di studio per la ricerca e l’insegnamento. L’Italia è stata tra i primi Paesi ad aderirvi e, dal 1948, circa 10.000 borsisti hanno usufruito delle opportunità offerte grazie all’azione congiunta della Commissione Fulbright, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dell’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma.

L’evento ha evidenziato la qualità dell’azione della Farnesina per stimolare l’internazionalizzazione del sistema universitario italiano, l’attrazione di talenti stranieri e la collaborazione culturale e universitaria con gli Stati Uniti, ribadita anche dalla recente (28-31 maggio) presenza di 36 Università italiane in un padiglione nazionale alla fiera NAFSA a Washington DC. In questa cornice, il Programma Fulbright si conferma come uno strumento di assoluto valore aggiunto per i rapporti bilaterali tra Italia e Stati Uniti.


28417
 Valuta questo sito