Questo sito usa cookies per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Afghanistan. Della Vedova: Italia chiede Monitoraggio ONU su diritti umani

التاريخ:

24/08/2021


Afghanistan. Della Vedova: Italia chiede Monitoraggio ONU su diritti umani

Il Sottosegretario Benedetto Della Vedova è intervenuto alla Sessione Speciale del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite (CDU) sulla “grave situazione dei diritti umani in Afghanistan’’.

Il Sottosegretario ha espresso la preoccupazione dell’Italia per i più vulnerabili sul terreno: donne e bambini, ma anche difensori dei diritti umani, giornalisti, operatori dei media e persone appartenenti a minoranze etniche e religiose, la comunità LGBTI.

“Coloro che detengono potere e autorità sul campo hanno la responsabilità di proteggere i civili e rispettare i diritti umani e il diritto umanitario internazionale” – ha detto Della Vedova - “I risultati importanti non devono essere annullati; in particolare, i diritti delle donne, compreso il diritto all'istruzione, al lavoro e alla libertà di movimento, nonché il loro coinvolgimento significativo nella società e nel processo decisionale”

“Se questo Consiglio vuole preservare il suo ruolo cruciale e la sua credibilità, dovrebbe essere in grado di assicurare e fornire una risposta commisurata alla gravità della situazione sul campo” – ha sottolineato il Sottosegretario. L'Italia è quindi favorevole all'urgente istituzione, da parte del CDU, di un meccanismo di monitoraggio della situazione dei diritti umani nel Paese che sia internazionale, pienamente legittimato, indipendente e proporzionato alle sfide, in linea con le aspettative espresse dall'Afghanistan e richiesto anche dal Parlamento europeo ( “Fact Finding Mechanism” o Relatore Speciale) ed auspica che si possa raggiungere il necessario consenso in seno al Consiglio Diritti Umani.

“La caduta di Kabul nelle mani dei talebani ha sconvolto il mondo; la Comunità internazionale deve ora dimostrare che non si arrenderà alle forze oscurantiste, che resterà unita e che esprimerà il suo incrollabile impegno per la libertà e i diritti di tutto il popolo afghano” – ha concluso Della Vedova.


42721
 Valuta questo sito