Questo sito usa cookies per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italian Foreign Minister Luigi Di Maio interview (BBC)

التاريخ:

12/03/2020


Italian Foreign Minister Luigi Di Maio interview (BBC)

Link BBC: https://www.bbc.com/news/world-europe-51852320

dimaio coronavirus 13032020

Il Coronavirus ha causato 1.016 vittime in Italia, sostengono le fonti ufficiali, ma il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio spera che il suo paese sarà il primo in Europa a superare l'emergenza.

Altre 188 persone sono morte in 24 ore.

Tuttavia, Di Maio ha dichiarato alla BBC che le misure imposte nella prima fase dell'epidemia si stanno dimostrando efficaci.

Due settimane dopo che le prime 10 città del nord Italia sono state chiuse e dichiarate "zone rosse", ha riferito di non esserci stati nuovi contagi.

Ciò è servito quindi da modello per rafforzare le misure in tutto il paese.

L'Italia conta 1.016 morti su un totale di 15.113 contagi. I funzionari della protezione civile affermano che 1.258 persone sono guarite, sebbene il numero di casi sia aumentato di 2.651 unità da mercoledì. L'Italia è il paese più colpito del mondo dopo la Cina.

"L'Italia è stata la prima nazione in Europa ad essere colpita così gravemente", ha dichiarato Di Maio. "Ma spero che ciò significhi anche che l'Italia sarà il primo paese a lasciarsi alle spalle l'emergenza".
Gli spostamenti sono stati limitati a urgenti necessità mediche o di lavoro. Tutte le attività commerciali sono ora chiuse, eccetto le farmacie e i negozi di generi alimentari; alle aziende è stato imposta la chiusura dei reparti non essenziali; una grande varietà luoghi - dai teatri alle scuole e dai parrucchieri ai musei - sono chiusi.

"I nostri nonni sono stati arruolati per andare in guerra; a noi viene chiesto di rimanere a casa", ha dichiarato Di Maio.

"Se medici e personale infermieristico possono lavorare 24 ore su 24 senza sosta, noi possiamo rinunciare a lasciare la nostra casa. La stragrande maggioranza dei cittadini sta rispettando le disposizioni. Coloro che non lo faranno saranno soggetti a sanzioni: multe o denunce penali. " Le autorità italiane affermano che potrebbero essere necessarie due settimane per vedere l’effetto delle restrizioni sull'epidemia di coronavirus a livello nazionale, che è ancora in aumento nelle città al di fuori della iniziale zona rossa. Mentre l'epidemia inizia a placarsi in Cina, il governo di Pechino sta inviando in Italia squadre di medici specialisti e forniture. I paesi di tutto il mondo hanno sospeso i voli diretti in Italia o vietato l'ingresso agli italiani o a chiunque viaggi dall'Italia. Austria e Slovenia stanno ponendo restrizioni ai loro confini con l'Italia. L'Italia sta affrontando la sua più grande crisi dalla seconda guerra mondiale. Il governo si è impegnato a stanziare 25 miliardi di euro (28 miliardi di dollari; 22 miliardi di sterline) per affrontare la crisi – una cifra tre volte superiore rispetto al valore necessario stimato solo una settimana fa. L'economia potrebbe ora scivolare verso una profonda recessione.

Ma il ministro degli Esteri ha espresso un messaggio di ottimismo alla comunità internazionale affermando: "l'Italia ce la farà e l'Europa ce la farà - ne sono certo".

E si è offerto di condividere con qualsiasi paese che ne avrà bisogno l'esperienza e le conoscenze raccolte dal governo italiano dall’inizio dell’epidemia.

I cittadini italiani che vivono in altri paesi hanno anche denunciato singoli atti di ostilità nei loro confronti, deplorati dal ministro degli Esteri come " inaccettabile discriminazione", incoraggiando "interventi" da parte del suo governo.

in Italia alcuni politici sono stati contagiati dal virus o sono in autoisolamento preventivo, incluso il leader del Partito Democratico, parte della coalizione di governo.

Di Maio ha dichiarato di essere stato sottoposto al test sul coronavirus, risultato negativo.

"Abbiamo bisogno di unità di ossigeno e abbiamo avviato la produzione tramite le fabbriche che le producono e tramite altre fabbriche che possono adattarsi all’avvio di tale produzione", ha dichiarato Di Maio. "Siamo in contatto con i paesi di tutto il mondo, molti di loro sono disposti a fornirci attrezzature".

Ma, dice, l'acquisto di forniture mediche dovrebbe essere organizzato a livello paneuropeo, con un'unica unità per rifornire ospedali e cliniche.

Questa situazione sta mettendo a dura prova il sistema sanitario italiano, uno dei migliori in Europa.

Il governo ha nominato un nuovo commissario per gestire l’emergenza del coronavirus, Domenico Arcuri, il quale coordinerà il programma per fornire agli ospedali le attrezzature di cui hanno urgente bisogno.

 

 

Coronavirus has claimed 1,016 lives in Italy, officials say, but Foreign Minister Luigi Di Maio says he hopes his country will be the first in Europe to get over the emergency.

Another 188 people died over 24 hours.

However, Mr Di Maio told the BBC the measures imposed in the first area of the outbreak were proving effective.

Two weeks after the first 10 towns in northern Italy were declared a "red zone" and put under lockdown, he said they had no new infections.

This then served as a model to tighten measures across the country.

Italy has now seen 1,016 deaths, amid a total number 15,113 infections. Civil protection officials say 1,258 have recovered, although the number of cases has gone up by 2,651 since Wednesday. Italy is the world's worst-hit country after China.

"Italy was the first nation in Europe to be affected so badly," said Mr Di Maio. "But I hope it also means that Italy is the first one to leave the emergency behind."

Movement has been limited to urgent medical or professional need. All shops are now closed, except for pharmacies and those stocking food; companies have been ordered to shut non-essential departments; a wide range of venues - from theatres to schools and hairdressers to museums - are closed.

"Our grandfathers were drafted to go to war; we're being asked to stay at home," said Mr Di Maio.

"If a doctor and a nurse can work for 24 hours non-stop, we can give up leaving our own home. The huge majority of citizens are respecting the rules. Those who aren't will face sanctions: either fines or criminal charges." Italian authorities say it could take two weeks for the impact of the restrictions to be seen on the coronavirus outbreak nationwide, which is still surging in towns and cities outside the initial red zone. As the outbreak in China begins to ease, the government in Beijing is sending Italy teams of specialist doctors and supplies. Countries across the world have grounded flights to Italy or banned entry to Italians or anyone travelling from Italy. Austria and Slovenia are placing restrictions on their borders with Italy. Italy is now facing its biggest crisis since World War Two. The government has pledged to spend €25bn ($28bn; £22bn) to tackle it - three times more than it estimated it would need just a week ago. The economy is now expected to slide into deep recession.

But the foreign minister sounded a note of optimism, with a message to the international community that "Italy will make it and Europe will make it - I'm sure".

And he offered to share the experience and knowledge that the Italian government had built up since the outbreak began with any country that needed it.

Italian nationals living in other countries have also reported individual acts of hostility towards them, deplored by the foreign minister as "unacceptable discrimination", prompting "interventions" from his government.

A handful of politicians here have been infected with the virus or are in preventative self-isolation, including the leader of the Democratic Party, part of the governing coalition.

Mr Di Maio said he had been tested - and was negative.

"We need oxygen units, and we have started production with factories that produce them or others that can adapt to start producing them," said Mr Di Maio. "We're in contact with countries across the world, many of them are willing to supply us with equipment."

But, he says, the purchase of medical supplies should be organised at a pan-European level, with a single unit to resupply hospitals and clinics.

It is placing exceptional strain on Italy's healthcare system - one of the best in Europe.

The government has named a new commissioner to deal with the virus, Domenico Arcuri. He will co-ordinate the programme to resupply hospitals with equipment they urgently need.

 

 


المكان:

Roma

الجريدة:

BBC

المؤلف:

Lowen Mark

38913
 Valuta questo sito