Assistenza ai detenuti
Questo sito usa cookies per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Assistenza ai detenuti

 

Assistenza ai detenuti

Modulo di richiesta informazioni

(Ufficio di Riferimento: D.G.IT. - UFFICIO IV)

Nel caso di arresto in un Paese straniero, il cittadino italiano ha diritto a chiedere assistenza consolare. Su richiesta dell’interessato, la Rappresentanza diplomatico-consolare può:

  •        rendere visita al detenuto;
  •        fornire nominativi di legali di riferimento in loco;
  •        curare i contatti con i familiari, previo consenso espresso del detenuto;
  •        assicurare, quando necessario e consentito dalle norme locali, assistenza medica e generi di conforto al detenuto;
  •        favorire il trasferimento in Italia, qualora il connazionale sia detenuto in Paesi aderenti alla Convenzione di Strasburgo sul trasferimento dei detenuti del 1983 o con cui siano in vigore accordi bilaterali;
  •        intervenire, in particolari casi, per sostenere domande di grazia presentate dall’interessato o da un suo legale.


Il Consolato
non può intervenire in giudizio per conto del connazionale e/o farsi carico delle spese legali.


915
 Valuta questo sito