Esperti Nazionali Distaccati
Questo sito usa cookies per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Esperti Nazionali Distaccati

 

Esperti Nazionali Distaccati

I funzionari della pubblica amministrazione dei Paesi membri dell’UE hanno la possibilità di effettuare un periodo di distacco in qualità di Esperto Nazionale Distaccato presso le Istituzioni, gli Organi e gli Organismi (incluse le Agenzie) dell’Unione Europea. L’istituto dell’END consente ai funzionari di realizzare un’esperienza lavorativa e professionale presso l’UE permettendo allo stesso tempo a quest’ultima di beneficiare di conoscenze ed esperienze professionali qualificate.

L’istituto dell’Esperto Nazionale Distaccato è disciplinato da normativa emanata in materia dalle singole Istituzioni, Organi e Organismi. In caso di candidature per posizioni END è quindi necessario far riferimento alla specifica normativa in materia emanata dalla relativa Istituzione oppure Organo o Organismo.

L'END è, di norma, un funzionario esperto nel proprio settore professionale, in servizio retribuito presso un'amministrazione pubblica centrale, regionale o locale del proprio Paese. La durata del distacco non può essere inferiore a sei mesi né superiore a due anni con possibilità di proroga fino a quattro anni. In casi eccezionali possono essere concesse proroghe per un massimo di due anni supplementari al termine dei 4 anni.

Durante il distacco l’Organo o Organismo dell’UE non diviene datore di lavoro dell'END, il quale resta alle dipendenze della propria amministrazione di origine, che deve garantirne la retribuzione economica, le prestazioni di sicurezza sociale e lo svolgimento della carriera professionale. Pertanto l’amministrazione di appartenenza deve rilasciare un apposito nulla osta, dal quale risulti l'esplicito assenso al distacco del funzionario presso le Istituzioni, gli Organi e Organismi dell’Unione Europea.

È richiesta una conoscenza approfondita di una delle lingue dell’UE ed una conoscenza soddisfacente di un’altra lingua comunitaria, nella misura necessaria alle funzioni da svolgere. Per la descrizione delle mansioni e per il dettaglio dei requisiti professionali e linguistici è necessario fare riferimento ad ogni specifico bando.

Per maggiori informazioni sulle condizioni del distacco, è necessario far riferimento alla relativa normativa emanata dai vari Organi ed Organismi.

Posizioni aperte

Gli avvisi per le posizioni END presso gli Organi ed Organismi (incluse le Agenzie) dell’Unione Europea sono pubblicati in questo sito, nella sezione “posizioni aperte”; gli avvisi per le posizioni END disponibili presso le Istituzioni europee sono consultabili in questo sito, al seguente link: https://www.esteri.it/mae/it/servizi/italiani/opportunita/nella_ue/nelle_istituzioni/espertinazionalidistaccati/ricerca_espertinazdistaccati.html.

Modalità di presentazione delle candidature

Le candidature dovranno essere trasmesse entro le ore 13.00 del termine indicato nell'avviso di pubblicità, all'indirizzo di posta elettronica dgue.04-candidature@cert.esteri.it (o dgue04.candidature@esteri.it per posta elettronica non certificata) dalle amministrazioni di appartenenza degli interessati per il tramite del punto di contatto END e previa verifica della rispondenza delle candidature al profilo richiesto, dell’interesse dell’amministrazione e della possibilità di futura valorizzazione dell’esperienza professionale acquisita. Il messaggio di posta elettronica dovrà far riferimento al codice della posizione vacante e alla data di scadenza. È possibile presentare un candidato per più posizioni. Le domande che dovessero pervenire in ritardo e/o incomplete non verranno prese in considerazione. Le candidature devono essere inviate complete della seguente documentazione:

  •          Curriculum Vitae, redatto secondo il modello standard europeo, in lingua inglese o francese nel quale indicare, oltre al percorso accademico e professionale, anche eventuali esperienze in ambito comunitario o internazionale. È necessario indicare nel CV per quale posizione END si intende presentare domanda. Il curriculum vitae dovrà essere redatto in un documento in formato word o pdf. Istruzioni per la compilazione del CV Europass sono disponibili nella sezione “Approfondimenti” di questo sito;
  •          Nota di accompagnamento. Si tratta di una nota con la quale il candidato dichiara sotto la propria responsabilità che le informazioni contenute nel CV sono veritiere e complete. La nota deve indicare il codice del posto per il quale si presenta la candidatura e la relativa scadenza, deve essere redatta utilizzando il modello disponibile nel presente sito, firmata dall’interessato e fornita all’amministrazione di appartenenza, in un documento in formato pdf, unitamente al CV;
  •          Nulla Osta dell’Amministrazione di appartenenza. Il Nulla Osta deve essere rilasciato dal competente ufficio dell’amministrazione di appartenenza (generalmente dall’ufficio competente per lo stato giuridico ed economico del personale). Con tale documento il datore di lavoro del candidato fornisce l’esplicito assenso al distacco del dipendente presso le Istituzioni, gli Organi ed Organismi, impegnandosi a versare al proprio dipendente la retribuzione mensile, compresi gli oneri previdenziali ed assicurativi, per tutto il periodo dell’eventuale distacco. Il Nulla Osta deve essere redatto sul modello disponile e deve essere specifico, ovvero deve riportare, nell’oggetto, il riferimento alla candidatura per un determinato bando END indicandone codice posto e scadenza.
  •          Ogni altra documentazione eventualmente richiesta nel bando, quale, ad esempio, lettera di motivazione dell’interessato, dichiarazione di possesso del Nulla Osta di Sicurezza, etc.

Prima di presentare le candidature dei propri funzionari, è opportuno prendere visione della normativa in materia di Esperti Nazionali Distaccati e leggere attentamente i bandi di interesse con particolare riguardo alle competenze dell’ufficio che emette il bando, alle mansioni che verranno assegnate all’END selezionato, alle competenze professionali e ai requisiti linguistici richiesti.

L’ufficio IV della Direzione Generale per l’Unione Europea del Ministero degli Affari Esteri verifica la correttezza e la completezza della documentazione presentata, nonché la rispondenza del profilo del candidato con i previsti requisiti. Successivamente procede con l'inoltro alla Commissione, per il tramite della Rappresentanza Permanente italiana presso l’Unione Europea, dei curricula dei candidati le cui domande sono ritenute ricevibili a seguito delle verifiche di cui sopra. La Commissione effettua la selezione degli esperti nazionali tra tutte le candidature pervenute dai vari Stati membri.

Per contatti telefonici: Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) tel. n. 06-3691 8899, dal lunedì al venerdì (ore 9.00-13.00).


1384
 Valuta questo sito