Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche: all’Italia la Presidenza del Consiglio Esecutivo dell’OPAC
Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche: all’Italia la Presidenza del Consiglio Esecutivo dell’OPAC

Date:

03/19/2015


Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche: all’Italia la Presidenza del Consiglio Esecutivo dell’OPAC

Il Consiglio Esecutivo dell’Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche, riunito a L’Aja,ha eletto oggi all’unanimità come suo Presidente l’Ambasciatore Francesco Azzarello, Rappresentante Permanente italiano presso la stessa Organizzazione.

Dopo aver ricoperto per due anni il ruolo di Vice Presidente, l’Ambasciatore Azzarello guiderà per un anno (maggio 2015-maggio 2016) il principale organo di governo dell’Organizzazione, insignita nel 2013 del Premio Nobel per la Pace e impegnata, tra l’altro, nel completamento del piano per lo smantellamento dell’arsenale chimico siriano e nelle indagini sull’uso di agenti chimici contro la popolazione civile.

Profonda soddisfazione alla Farnesina per questo riconoscimento dell’impegno italiano nel settore del disarmo e della non proliferazione e del ruolo svolto per l’attuazione della Convenzione di Parigi sulle armi chimiche non solo dalle istituzioni ma anche dall’industria chimica nazionale, ai primi posti in Europa per fatturato, produzione e numero di addetti. 


20326
 Valuta questo sito