Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Buenos Aires: incontro con il nuovo cinema italiano

Date:

06/25/2021


Buenos Aires: incontro con il nuovo cinema italiano

L’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, in collaborazione con il Ministero della Cultura, il Complesso Teatrale di Buenos Aires e la Fondazione Cinemateca Argentina hanno organizzato ‘ Incontro con il nuovo cinema italiano’ che dal 15 luglio al 24 agosto prevede la proiezione sulla piattaforma del Ministero della Cultura e la pagina web del Complesso Teatrale di Buenos Aires di sei recenti lungometraggi, rappresentativi della diversità e ricchezza del cinema italiano contemporaneo e include titoli diretti da Sergio Castellitto, Gianfranco Rosi, Cristina Comencini, Valeria Bruni Tedeschi, Paolo Virzì e Roberto Andò.

 

buenos aires appro

 

Si comincia il 15 luglio con ‘Fuocoammare’ di Gianfranco Rosi. Il film In Fuocoammare Rosi mette a confronto la realtà degli immigrati poveri dell'Africa e del Medio Oriente che entrano in Europa attraverso l'isola siciliana di Lampedusa, e la vita quotidiana degli abitanti dell’enclave. Il 22 luglio è la volta di ‘Nessuno si salva da solo’ di Sergio Castellitto, la storia di una coppia separata da anni che si racconta. Il 29 luglio si prosegue con ‘Latin Lover’ di  Cristina Comencini. In un paesino della Puglia si celebra il 10º anniversario della morte di Saverio Crispo , attore emblematico ed eterno "latin lover". Alla cerimonia arrivano quattro delle sue cinque figlie sparpagliate per il mondo, e due ex mogli, una italiana e l’altra spagnola. Il 5 agosto si proietta ‘la pazza gioia’ di Paolo Virzì, per proseguire con ‘Le confessioni ‘ di Roberto Andò, il 12 agosto, e terminare il 19 agosto con ‘Un castello in Italia’ di Valeria Bruni Tedeschi.

Ogni titolo rimarrà disponibile per cinque giorni e si potrà accedere alle proiezioni della Sala Leopoldo Lugones virtuale sulla piattaforma del Ministero della Cultura e la pagina web del Complesso Teatrale di Buenos Aires


42312
 Valuta questo sito