Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio testo

 

Dettaglio testo

Autore
De Luca Vincenzo

Titolo
Il futuro dello spazio

Data pubblicazione

Editore
AISPE

Scheda illustrativa
L’arrivo della sonda Huygens, il 14 gennaio 2005, su Titano, a 3,5 miliardi di chilometri dalla Terra e la trasmissione di dati ed immagini del satellite hanno rappresentato all’opinione pubblica internazionale le grandi capacità tecnologiche, produttive e scientifiche che l’Europa è riuscita ad acquisire in 40 anni di attività spaziali. La missione Huygens, l’ultima in ordine temporale di una serie di esplorazioni spaziali realizzate negli ultimi anni, da Mars Express a Rosetta, deve far riflettere sulle enormi potenzialità di cui dispone l’Europa, in collaborazione con altre potenze
spaziali internazionali, a cominciare dagli Stati Uniti, e, al tempo stesso, sulle sfide che il mutato scenario spaziale pone per il nostro continente. Se è vero che le attività scientifiche continueranno a costituire una parte rilevante del settore spaziale, occorre considerare l’insieme delle utilizzazioni a fini civili e militari dello spazio. Negli ultimi decenni, lo spazio ha attraversato una significativa evoluzione, tuttora in corso, passando da una situazione caratterizzata da un’assoluta dominanza di programmi spaziali pubblici all’attuale contesto nel quale, accanto a tali attività, ancora prevalenti, emergono iniziative di carattere commerciale derivanti dall’utilizzazione di applicazioni spaziali, alle quali partecipa anche il settore privato. La relativa riduzione della spesa pubblica nelle attività spaziali, soprattutto nel campo della difesa, è stata, negli anni ’90, in parte compensata dall’accresciuta domanda di applicazioni spaziali ad uso commerciale. La crescita di tale mercato non è stata, tuttavia, capace di far fronte alla diminuzione di risorse pubbliche disponibili per le grandi imprese del settore che, tra gli ultimi anni ’90 e gli inizi dell’attuale decennio, hanno fatto registrare riduzioni di fatturato.

Testo in versione PDF


Autore:

De Luca Vincenzo

2441
 Valuta questo sito