Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Un diplomatico italiano nell’Artico: Filippo Zappi

 

Un diplomatico italiano nell’Artico: Filippo Zappi

L’Ambasciatore Filippo Zappi (1896 – 1961) fu dapprima Ufficiale della Marina Militare, dove raggiunse il grado di Capitano di Corvetta. Titolare del brevetto di pilota di aereo-dirigibili,  fu secondo ufficiale navigatore nella travagliata spedizione artica del dirigibile Italia, partita da Milano nella notte tra il 14 e il 15 aprile 1928. Insieme al primo navigatore Adalberto Mariano ed al meteorologo svedese Finn Malmgren si avventurò sulla banchisa a piedi per cercare soccorso e fu lui ad incontrare, il 12 luglio 1928, il rompighiaccio russo Krassin che nei giorni successivi trasse in salvo i superstiti.

Passato alla carriera diplomatica, ricoprì numerosi incarichi consolari – tra cui quello di Console con funzioni di governatore della Concessione italiana di Tientsin (oggi Tianjin) dal 1933 al 1938. Dopo il secondo conflitto mondiale, fu Ambasciatore in Arabia Saudita ed in Finlandia.


21792
 Valuta questo sito