Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Regime comune applicabile alle importazioni di prodotti tessili da taluni paesi terzi

 

Regime comune applicabile alle importazioni di prodotti tessili da taluni paesi terzi

COMUNICATO AGLI OPERATORI


Prot. n. 20870      Reg. Ufficiale                                                                                    del 4 agosto 2015

 

 

 Si informano gli operatori interessati che sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 160 del 25 giugno 2015, è stato pubblicato il Regolamento (UE) 2015/936 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 9/06/2015.

Al fine di una immediata comprensione si evidenzia quanto segue:

• il suddetto regolamento si applica alle importazioni dei prodotti tessili elencati nell'allegato I, originari di paesi terzi e non contemplati da accordi bilaterali, da protocolli o da altre disposizioni, né da altro regime dell'Unione specifico in materia di importazioni;
• l'importazione nell'Unione dei prodotti in questione, originari di paesi terzi diversi da quelli elencati nell'allegato II è libera e pertanto non è oggetto di alcuna restrizione quantitativa, fatte salve le misure che possono essere adottate a norma del capo III del Regolamento 2015/936 e quelle che sono state o possono essere adottate a norma di regimi specifici all'importazione, per la durata di questi ultimi;
• le importazioni nell'Unione dei prodotti tessili elencati nell'allegato III e originari dei paesi ivi indicati, sono soggette ai limiti quantitativi annuali fissati in tale allegato;
• l'importazione nell'Unione di tutti i prodotti tessili di cui all'allegato IV, originari dei paesi terzi ivi indicati, è subordinata alla fissazione di un limite quantitativo annuale stabilito dalla Commissione;
 

• le reimportazioni nell'Unione dei prodotti tessili elencati all'allegato V, previa trasformazione nei paesi terzi elencati in tale allegato, è effettuata solo in conformità delle norme sul perfezionamento economico passivo in vigore nell'Unione ed entro i limiti fissati all'allegato V;
• il regolamento (CE) n. 517/94 è abrogato;.
• i riferimenti al regolamento abrogato si intendono fatti al regolamento 2015/936 e si leggono secondo la tavola di concordanza dell'allegato VIII;
• il regolamento 2015/936 è in vigore dal 15 luglio 2015.


Per ogni ulteriore dettaglio si rinvia al citato Regolamento.

 

 


                                                                                                                    IL DIRIGENTE
                                                                                                                       (Aldo Doria)


38135
 Valuta questo sito