Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Iter burocratico

 

Iter burocratico

16. ITER
Iter e tempistica dell’istruttoria per ottenere un finanziamento ex art.7

• Presentazione della  richiesta di Finanziamento da parte dell’impresa italiana all’Ufficio VIII della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (D.G.G.S.), corredata di tutta la documentazione richiesta, entro 1 anno dalla costituzione della Joint-Venture e prima della data di avvio della produzione.
• Verifica della ammissibilità della richiesta in base alla normativa vigente da parte dell’Ufficio VIII della D.G.C.S. del Ministero per gli Affari Esteri ( MAE). 1 MESE
• Richiesta da parte dell’Ufficio VIII del Nulla Osta alle Autorità Locali del Paese in Via di Sviluppo beneficiario tramite l’Ambasciata d’Italia. 1-2 MESI.
• Valutazione tecnico-economica e finanziaria  della joint-venture da parte dell’Unità Tecnica Centrale (UTC) della D.G.C.S. Valutazione dell’affidabilità dell’impresa italiana richiedente in generale ed in rapporto all’iniziativa da parte dell’ Artigiancassa. 4 MESI
• Presentazione della proposta di finanziamento da parte dell’Ufficio VIII al Comitato Direzionale (C.D.), previa acquisizione delle eventuali osservazioni del Nucleo di Valutazione Tecnica.
Adempimenti successivi all’approvazione della richiesta da parte del Comitato Direzionale
• Approvazione da parte del Comitato Direzionale - Trasmissione  da parte dell’Ufficio VIII del parere favorevole al Ministero dell’Economia. 1-2 MESI.
• Il Ministero dell’Economia emette il decreto di concessione del finanziamento su richiesta del Ministero degli Esteri (Ufficio VIII della D.G.C.S.). 2 MESI.
• L’Artigiancassa sulla base del decreto di concessione provvede a stipulare il contratto di finanziamento con l’impresa richiedente. 
1 MESE

 
TEMPO STIMATO PER IL COMPLETAMENTO DELL'ISTRUTTORIA DAL MOMENTO DELLA PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA 10 MESI CIRCA.

E’ stato riscontrato che le cause che hanno determinato il ritardo nell’erogazione del finanziamento sono da attribuirsi in via prioritaria all’incompletezza delle domande all’atto della presentazione; alle variazioni, nel corso dell’istruttoria, dell’assetto societario della joint-venture, dei conferimenti dei “beni”, destinati ad essere conferiti in conto capitale sociale ed alle modifiche del piano finanziario.


203
 Valuta questo sito