Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Politica commerciale

 

Politica commerciale

 

L'UE è il più grande mercato unico e la prima potenza commerciale del mondo: rappresenta infatti il 16.5% di tutte le importazioni ed esportazioni. Il libero scambio fra gli Stati membri è uno dei principi cardine dell’agenda dell’Unione, che si impegna a liberalizzare il commercio, sulla base delle regole stabilite nel quadro dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC).

La politica commerciale è competenza esclusiva dell'UE: la Commissione negozia, per conto dell'Unione, accordi commerciali che mirano a intensificare la crescita e l'occupazione in Europa aprendo nuovi mercati con il resto del mondo e integrando – soprattutto nelle relazioni con i Paesi con livelli di reddito e ricchezza più modesti - commercio e sviluppo.

Il 13 settembre 2017 la Commissione ha presentato un pacchetto di misure commerciali che segnano un passaggio decisivo nel rilancio dell'UE come attore globale, che protegge i propri interessi e promuove i propri valori. L’agenda europea è imperniata, sotto il profilo “offensivo”, sugli accordi di liberalizzazione di c.d. “nuova generazione” che superano le sole riduzioni tariffarie e offrono piattaforme strutturate per affrontare governance, norme del lavoro e tutela dell'ambiente, nel segno della sostenibilità. Una riflessione strategica è in corso sulla previsione di accordi “EU only” per le materie di competenza esclusiva dell’Unione, a seguito della sentenza della Corte di Giustizia del maggio 2017 sull’accordo con Singapore.

Al tempo stesso, l’UE si preoccupa di rafforzare gli strumenti difensivi per gestire la globalizzazione e diffonderne i benefici nel modo più equo possibile. Rivestono pertanto carattere prioritario la proposta di un nuovo sistema di corte multilaterale sugli investimenti più trasparente e una proposta legislativa che stabilisce un quadro europeo per il controllo degli investimenti diretti esteri nell’UE, al fine di controllare iniziative potenzialmente predatorie di investitori stranieri. Anche in tema di difesa commerciale, si segnalano l’approvazione del nuovo metodo di calcolo del margine antidumping e la modernizzazione degli strumenti di difesa commerciale, che prevedono maggiore trasparenza, in particolare riguardo ai dazi provvisori, nonché  maggiore assistenza alle Piccole e Medie Imprese (PMI).

Tra i dossier di prossima finalizzazione nell’agenda UE, vanno annoverati gli Accordi di Libero Scambio con Australia e Nuova Zelanda, la conclusione dei negoziati con i Paesi del MERCOSUR, l’Accordo di Partnership Economica con il Giappone (la cui firma potrebbe concretizzarsi l’11 luglio 2018, in occasione del prossimo summit UE-Giappone) e degli Accordi di Libero Scambio con i Paesi dell’ASEAN (in particolare quelli con Singapore - che potrebbe essere siglato in occasione del Vertice ASEAN del prossimo ottobre - e con  il Vietnam). E’ stata inoltre raggiunta l’intesa politica per la conclusione dei negoziati di modernizzazione dell'Accordo UE –Messico, mentre proseguono i negoziati per la modernizzazione dell’Accordo fra UE e Cile.

Circa i principali Accordi commerciali siglati dall’UE, è entrato in regime di applicazione provvisoria dal 21 settembre 2017 il Comprehensive Economic and Trade Agreement (CETA) fra UE e Canada. Questo Accordo, firmato il 30 ottobre 2016, prevede la più ampia liberalizzazione di linee tariffarie nella storia dei negoziati commerciali dell’UE (99%) oltre ad un sistema innovativo in materia di risoluzione delle controversie per quanto riguarda il capitolo investimenti.

L’Accordo di Libero Scambio fra UE e Corea del Sud è entrato invece in vigore il 13 dicembre 2015. La sua applicazione sta procedendo in maniera estremamente positiva per l’Unione Europea e, in particolare, per l’Italia che grazie a questo Accordo ha registrato un incremento complessivo delle esportazioni verso il paese asiatico con risultati eccellenti per i nostri settori di punta.


22885
 Valuta questo sito