Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

PROGRESSI IN CAMPO MILITARE

 

PROGRESSI IN CAMPO MILITARE

iad5

 

Fin quando Daesh rimarrà una minaccia globale, i partner della Coalizione Globale dovranno continuare ad operare militarmente. Il compito principale dell’Italia consiste nel dirigere il processo di formazione delle Forze di Polizia e di Sicurezza irachene. L’Esercito Italiano ha formato oltre 16.000 soldati dell’esercito iracheno, mentre i Carabinieri hanno formato circa 14.000 unità della polizia locale e federale, che successivamente potranno essere dispiegate nelle aree liberate. Inoltre, il nostro Paese sostiene attivamente gli sforzi compiuti dalla Coalizione Globale per contribuire a rafforzare la capacità militare del Governo iracheno.

Durante le operazioni, abbiamo assistito le Forze di Sicurezza irachene fornendo loro programmi di addestramento di ampio respiro, lavorando con loro in stretta collaborazione per costruirne le capacità di combattere il Daesh. Come risultato di questo  impegno, le forze Peshmerga addestrate da personale italiano presso il Kurdish Training Coordination Centre (KTCC) di Erbil, costituiscono il numero maggiore dei nostri allievi. Essi hanno  combattuto coraggiosamente per liberare grandi aree del Paese e proteggere la popolazione; un impegno  questo che si protrarrà nel tempo, mentre il Daesh continua a perdere  terreno.

Dal 2015 ad oggi, gli italiani del KTCC e i Carabinieri hanno tenuto 238 corsi di addestramento e 1540 corsi su Counter Improvised Explosive Devices (C-IED), (Contrasto agli ordigni esplosivi improvvisati), a  sostegno della Iraqi Federal Police Academy.

Un altro  contributo importante offerto dal nostro Paese, sono le operazioni militari eseguite dalle forze aeree con base in Kuwait. I velivoli italiani hanno volato per oltre 19.000 ore in operazioni di pattugliamento, ricognizione e soccorso, e hanno svolto 6000 operazioni di rifornimento in volo a velivoli della Coalizione. Inoltre, l’Italia ha fornito oltre 150 tonnellate di attrezzature ai militari iracheni.  


26746
 Valuta questo sito