Contrasto al finanziamento del terrorismo: aggredire le finanze del daesh
Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Contrasto al finanziamento del terrorismo: aggredire le finanze del daesh

 

Contrasto al finanziamento del terrorismo:  aggredire le finanze del daesh

iad counter - finance

 

L’Italia, insieme a Stati Uniti e Arabia Saudita, guida il ‘Counter-ISIS Finance Group’ (CIFG) (Gruppo multilaterale sul contrasto al finanziamento di Daesh), il cui fine e' quello di individuare e interrompere le fonti di reddito e le reti finanziarie di Daesh.

 Facendo leva sulla strategia di contrasto al finanziamento del Daesh sancita nel Piano d’Azione di Roma per il CIFG approvato nel marzo del 2015, l’Italia ha operato di concerto con i partner della Coalizione Globale con l’obiettivo di: individuare e impedire l’accesso al Daesh a sistemi finanziari regionali e internazionali, limitare le reti finanziarie globali del Daesh e le sue succursali geografiche, rafforzare la lotta al riciclaggio di denaro internazionale e le misure di contrasto al finanziamento del terrorismo. A tale proposito, potenziare lo scambio di informazioni di intelligence finanziaria in seno alla Coalizione è fondamentale per migliorare il coordinamento con i nostri partner in materia dell’assistenza tecnica fornita ai Paesi maggiormente esposti alla minaccia di Daesh.

A livello nazionale, negli ultimi anni sono state adottate leggi più severe per contrastare il finanziamento del terrorismo, conferendo alle autorità giudiziarie strumenti piu' efficaci ed incisivi. Oltre a varare una nuova normativa penale mirata ad inasprire i controlli su coloro che finanziano gruppi terroristici – o che assicurino loro qualsiasi altro tipo di sostegno – l'Italia ha adottato misure restrittive nei confronti di jihadisti che si sono autoformati e dei foreign fighters. Al Financial Security Committee, un organo inter-agenzie dedicato, e' stato affidato il compito di vigilare sull'intero processo, garantendo una osservanza continuativa e puntuale della normativa vigente e aumentando la condivisione informazioni.


26743
 Valuta questo sito