Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Testo alternativo - Visita virtuale Villa Madama (3° File)

 

Testo alternativo - Visita virtuale Villa Madama (3° File)

La terza parte della visita mostra in apertura il vestibolo principale che è decorato da preziosi stucchi di Giovanni da Udine e che introduce nella sala principale della villa, denominata La Loggia.

Questa sala, iniziata da Raffaello e portata a termine dai suoi allievi, è ispirata agli antichi edifici romani ed è caratterizzata da decorazioni e da affreschi. Purtroppo tutta la parte bassa degli ornamenti è stata cancellata dalle intemperie penetrate attraverso le arcate esterne che per molti secoli sono rimaste senza finestre secondo il progetto originale.

Quanto rimane è una miriade di piccoli affreschi di soggetto mitologico e letterario in un quadro ricco di festoni di fiori, di foglie, di panneggi e di disegni geometrici. Anche nella Loggia dominano uno stemma mediceo, una testa di Leone e un sole raggiante ad esaltare il Pontefice Clemente VII. Il soffitto è dominato da una cupola centrale in cui sono raffigurate le 4 stagioni e, tra loro, Giove, Giunone, Nettuno, Plutone e Proserpina.

Il filmato mostra poi la scala elicoidale che unisce il primo e il secondo piano della villa e che e' illuminata da un lucernaio a vetri collocato sul tetto. Si passa poi alla ex camera da letto della Contessa Dentice di Grasso che acquistò con il marito Villa Madama nel 1925 e portò a compimento il suo restauro.

La stanza è ora arredata con un grande tavolo e utilizzata per pranzi ufficiali con un numero di commensali ristretto. Infine, la visita si conclude con una panoramica del giardino prospiciente l'ingresso principale, ripreso dalla terrazza a cui si accede dall'attuale sala da pranzo.


476
 Valuta questo sito