Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Esteri News - Il Notiziario della Diplomazia - 9 ottobre 2008

 

Esteri News - Il Notiziario della Diplomazia - 9 ottobre 2008

Mariangela Pira. Bentornati ad Esteri News. Vediamo subito insieme le  notizie principali di questa giornata.

IL FORUM MAE-ANCE
Analizzeremo le prospettive della collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri e l’Associazione nazionale dei Costruttori edili (Ance), a sostegno dell’imprenditoria delle costruzioni nel mondo

PREMIO EUROMEDITERRANEO 2008 – CATEGORIA EUROWEB
E' stato assegnato al portale della Farnesina, www.esteri.it, il premio Euromediterraneo 2008, categoria “Euroweb”, in quanto spazio web che meglio sottolinea la relazione tra Europa e Mediterraneo.

BAMBINI CONTESI: GUIDA PER I GENITORI
E’ stata presentata dal Ministro Frattini la pubblicazione ‘Bambini contesi: guida per i genitori’. Realizzata dalla Farnesina, dà informazioni utili e di carattere pratico illustrando il ruolo operativo del Ministero degli Affari Esteri e della rete diplomatico-consolare all’estero.
 
GLI APPUNTAMENTI ESTERI
I prossimi appuntamenti della Farnesina vedranno protagonisti il Foro di dialogo Italia-Spagna e una splendida mostra fotografica a Beirut

La copertina di oggi

Forum Mae-Ance

In un Convegno tenutosi il 6 ottobre alla Farnesina, sono state illustrate le prospettive della collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri e l’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili (ANCE) a sostegno dell’imprenditoria delle costruzioni nel mondo. Il Convegno è stato presieduto dal Sottosegretario  del MAE Vincenzo Scotti e dal Presidente dell’Ance Paolo Bozzetti. Nel corso del Convegno è stato presentato il Rapporto Ance sulla  presenza  delle imprese di costruzione italiane nel mondo nel 2007. Sentiamo tutte le interviste a cura di Iannina Landau.

Sottosegretario Scotti. Noi siamo legati al mondo della produzione; in Italia, delle costruzioni, Stato e imprese fanno sinergia, costituiscono sistema e si presentano a livello mondiale. Il cammino che è stato fatto è enorme, perché le imprese si sono guadagnate sul campo una reputazione straordinaria, si tratta di supportare il loro impegno, il loro lavoro. Credo che questa presentazione non è soltanto un evento, è il risultato di un lavoro che c’è, che continua e che va rafforzandosi nel tempo. Il Ministero degli Esteri ha lavorato in un progetto per assicurare una informazione costante su tutti i bandi di gara che nel mondo vengono fatti e di utilizzare la rete diplomatica, poi, per supportare la presenza sul luogo. Queste due cose sono due realtà che vanno continuamente implementate ma che sono già delle realtà e non soltanto dei desideri.

Paolo Bozzetti. L’impegno delle  imprese italiane nel mondo sta crescendo, addirittura del 127% come fatturato, diciamo come importi, negli ultimi 5 anni e + 23% all’anno. Naturalmente quindi  noi stiamo cercando in tutti i modi di incrementare fortemente la presenza delle nostre imprese date le difficoltà del mercato interno all’estero, quindi stiamo organizzando delle missioni, ormai da qualche mese, da un anno e mezzo che sono delle missioni, diciamo, di sistema delle costruzioni, cioè andiamo noi, portiamo le principali banche italiane, andiamo chiedendo alla rete di ambasciatori di assisterci, andiamo con i progettisti, cioè presentiamo un pacchetto chiuso; è la prima volta che si fa questo, cioè si va come sistema delle costruzioni, a concorrere con i sistemi delle costruzioni estere. Perchè fino a oggi le imprese italiane sono state lasciate da sole, soprattutto e non solo, anche le grandi ma soprattutto le medio- piccole che si stanno affacciando sui mercati esteri. Devo dire che il riscontro è notevole di queste missioni, ne abbiamo fatte più di una nell’est europeo: Romania, Bulgaria, Polonia e c’è una grande accoglienza rispetto al made in Italy, alla nostra capacità, riconosciuta anche nel settore delle costruzioni, anche nel settore della riqualificazione edilizia.

Ambasciatore Carante. Nelle nostre ultime missioni all’estero, abbiamo avuto 600 imprese che sono venute con noi quando tradizionalmente non più di 60 imprese italiane delle 23mila che compongono l’Ance, lavorava all’estero. Le imprese italiane anche piccole e medie sono costrette ad andare sull’estero perché non c’è abbastanza lavoro in Italia. Abbiamo individuato nell’est europeo un mercato che tira molto, che approfitta delle fonti strutturali dell’Unione Europea, dunque che non ha problemi di finanziamento, ma siamo stati anche con missioni tecniche, missioni più piccole anche in moltissimi altri paesi: dalla Cina alla Russia, al Pakistan ai Paesi del Golfo e Paesi del Nord Africa che sono anche mercati che tirano.

Le notizie di oggi

Euromediterraneo 2008: Premiato il MAE

Mariangela Pira.
E a desso una notizia che ovviamente diamo con piacere, perché il sito web www.esteri.it è risultato tra le migliori “best practice”  selezionate a livello europeo ed è stato premiato nell’ambito del premio internazionale Euromediterraneo 2008, patrocinato da Assafrica e Mediterraneo,  Confindustria e dall’Associazione italiana della Comunicazione Pubblica e Istituzionale. Il premio internazionale Euromediterraneo è oggi in Italia uno dei riconoscimenti più prestigiosi nel settore della comunicazione della Pubblica Amministrazione,  sia nazionale che locale. Il premio è stato consegnato, vedete le immagini,  al Capo dell’Ufficio Stampa, Pasquale Ferrara  a Bologna, in occasione del COMLab 2008 - Stati Generali della Comunicazione Pubblica in Italia ed in Europa. Sentiamo proprio Ferrara in una serie di interventi, del Professor Francesco Pira, Associazione Comunicazione Pubblica e Pierluigi d’Agata, Direttore Generale Assafrica e Mediterraneo Confindustria.

Pasquale Ferrara. Il premio Euromediterraneo 2008 ci fa molto piacere, ma noi lo interpretiamo come uno stimolo, come un incentivo a migliorare ulteriormente il servizio ai cittadini attraverso il sito internet, non certo come un punto d’arrivo. Soprattutto ci piace molto che il premio sia stato a noi conferito proprio per la proiezione internazionale e nel bacino del Mediterraneo del sito web. Ci pare che questo sia una delle vocazioni fondamentali del nostro paese, e anche con il sito noi vogliamo contribuire al Sistema Italia che si avvale delle rete diplomatica-consolare un po’ in tutto il mondo, ma che è molto presente nel bacino del Mediterraneo.

Francesco Pira. Io credo che il premio Euromediterraneo sia un giusto riconoscimento ad un impegno che negli anni è cresciuto verso un Ministero che un po’ tutti noi italiani sentiamo nostro. Ed è il portale del Ministero degli Esteri; è certamente il portale che tutti noi andiamo a visitare quando dobbiamo partire, o quando dobbiamo capire quali sono le condizioni climatiche o “sociali” di un altro paese. Quindi noi lo valutiamo come un portale di garanzia di tutto quello di importante ci può succedere andando via dall’Italia, o di tutto quello che l’Italia è capace di produrre nel mondo. Quindi auguri al Ministero degli Esteri e complimenti per un riconoscimento sicuramente meritato e per un impegno sicuramente forte nell’ultimo periodo.

Pierluigi D’Agata. Questo premio Euromediterraneo 2008 mi sembra estremamente importante, come è importante che uno dedichi riconoscimenti al Ministero degli Esteri per il suo sito web, perché la comunicazione pubblica è essenziale nello sviluppo dell’integrazione del Mediterraneo. Integrazione politica, integrazione sociale, ora anche integrazione economica anche con l’afflusso dei capitali dei paesi arabi del golfo in investimenti nei paesi sud-mediterranei.

Mariangela Pira. Veniamo alla crisi che sta imperversando sui mercati finanziari in questi giorni. Il Ministro degli Esteri Frattini si dice d’accordo con l’ipotesi di un fondo europeo anticrisi, ma sottolinea “innanzitutto fondamentale che ci siano regole comuni. Ogni paese poi stabilisce se farne uso o no”, “noi siamo d’accordo comunque” ha detto “alla creazione di un fondo comune” il Ministro ha sottolineato anche che in Italia non ci sono banche in sofferenza.
L’8 ottobre a Roma si è svolto il Forum Economico Italo-Romeno, il tema di riferimento riguarda le nuove opportunità nelle relazioni economiche tra i due Paesi, proprio per crescere insieme in Europa. Tra i partecipanti alla tavola rotonda i ministri per lo Sviluppo Economico italiano, Scajola, e il Ministro dell’Economia romeno, Vosganian. Il Forum ha sottolineato quali possono essere gli spazi di collaborazione con la Romania, dove sono presenti opportunità e nel contempo rigidità nel settore dell’agricoltura, dell’energia,  infrastrutture e nuove tecnologie. Si è parlato della crescita economica romena e del coinvolgimento delle imprese nel sociale. L’incontro precede di un giorno il primo Vertice inter-governativo Italo-Romeno.
L’8 ottobre, il Sottosegretario agli Esteri, Alfredo Mantica e il Ministro della Pubblica Istruzione del Kosovo hanno aperto alla Farnesina i lavori della Conferenza “Le risorse umane per lo sviluppo dei Balcani: l’Italia in prima fila”, organizzata dalla European Training Foundation di Torino. I lavori della  Conferenza affrontano dunque il tema delle risorse umane per lo sviluppo di quest’ area, una delle tematiche principali dell’ETF,  l’Agenzia dell’Unione Europea che aiuta i paesi limitrofi dell’Unione a sfruttare il potenziale delle proprie risorse umane mediante la riforma dei sistemi di istruzione e formazione.
E mercoledì 8 ottobre il Ministro degli Affari Esteri Frattini, il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Urso e il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo, hanno tenuto a Roma un incontro di presentazione della Conferenza internazionale “International Desk Italy-South East Europe”. L’intervento si svolgerà in Friuli Venezia Giulia il prossimo gennaio allo scopo di individuare progetti e azioni specifiche per rafforzare la presenza e il ruolo e il contributo dell’Italia alla crescita dei Balcani e del sud-est d’Europa, il cui sviluppo rientra tra le priorità della politica estera italiana.

Canale Diplomatico

Mariangela Pira. Il Ministro degli Esteri Franco Frattini ha tenuto alla Farnesina una conferenza stampa di presentazione della pubblicazione: “Bambini contesi: guida per i genitori”, realizzata dal Ministero. La guida è alla sua sesta edizione e ha una nuova veste grafica che la rende più fruibile al grande pubblico. Intende fornire a chi la legge, informazione di carattere pratico volte sia a prevenire il fenomeno, sia a ridurne l’impatto e a suggerire possibili soluzioni.
Sentiamo le interviste, su questo argomento, realizzate a Roma da Iannina Landau.

Franco Frattini. Coordiniamo tutte le iniziative diplomatiche per favorire la restituzione di questi bambini, da cittadini di altri paesi. E poi ovviamente trasmettiamo tutte quelle che sono azioni, segnalazioni, denunce che le autorità nazionali raccolgono. E’ anche per questo, che la rete diplomatico-consolare riesce spesso ad avere dei successi, promuovendo sulla via diplomatica, quella riconciliazione che è l’unica chiave per ottenere la restituzione di bambini sottratti.

Iannina Landau. Lei ha proposto anche la creazione di una task force, ce ne può parlare?

Franco Frattini. Ma io credo che sia ormai indispensabile, visto che ci sono 270 casi pendenti, creare una task force operativa permanente, in cui Esteri, Interno e Giustizia lavorino insieme, costantemente, e creino quindi una rete, che renda più incisiva l’azione dell’Italia. Ho proposto quindi al Ministro Maroni e al Ministro Alfano, di creare questa task force di modo che tutte le autorità sappiano che il tema dei “bambini contesi” è una priorità per il governo italiano. 

Michelino Davico. E’ un fenomeno cui va la nostra attenzione, su cui occorre agire, dal  punto di vista dell’intervento iniziale, dell’intervento di Polizia, se necessario, dal punto di vista degli Esteri per quel che riguarda l’attivazione dei nostri uffici negli altri Paesi o la relazione degli altri Paesi nei confronti del nostro Stato e poi è una questione di Giustizia perché a volte queste questioni si trascinano nel tempo e creano una serie di processi, di ricorsi, di appelli, ecc., che vanno a influire ancora maggiormente sulla delicatezza del problema, soprattutto nei confronti della psicologia di questi bambini che a volte sono veramente molto piccoli,  in tenera età.
E’ una guida molto semplice, che nella sua semplicità,  nella sua linearità e nella sua concretezza può essere di aiuto a chi è coinvolto nel problema, può essere di aiuto a chi si informa, può essere di aiuto agli uffici pubblici che non sempre hanno l’esigenza o per fortuna la necessità di occuparsi di queste questioni. Può essere di aiuto anche in quei posti, in quelle stazioni di Polizia, dove magari questi interventi a volte possono essere chiesti per la contingenza dei fatti.

L’AGENDA DELLA SETTIMANA

Mariangela Pira. E siamo così giunti allo spazio dedicato agli appuntamenti esteri. Ci colleghiamo subito con i nostri studi di Roma, dove per noi c’è Giuseppe Scognamiglio, del Servizio Stampa – Ministero Affari Esteri. Bentornato.

Giuseppe Scognamiglio. Buongiorno.

Mariangela Pira. Iniziamo subito dalla prima notizia, il Foro di Dialogo Italia-Spagna: è un appuntamento importante, di che cosa si parlerà.

Giuseppe Scognamiglio.  Venerdì il Ministro Frattini e il suo omologo spagnolo Miguel Angel Moratinos interverranno al IX Foro di Dialogo italo-spagnolo che si terrà a Pisa dal 10 all’11 ottobre. Per spiegarlo ai nostri telespettatori, il Foro di Dialogo ha una natura diversa rispetto al Vertice che è un’occasione più formale, più istituzionale. Il Foro di Dialogo infatti coinvolge anche la società civile ed è quindi un’occasione per una discussione dei temi in agenda molto più diretta e informale. In particolare questo Foro di Dialogo italo-spagnolo che giunge alla IX edizione, ed è patrocinato da entrambi i Ministeri, vuole essere un vero e proprio spazio permanente di dialogo e di riflessione, con l’obiettivo di produrre proposte concrete che siano utili poi ai rispettivi Governi  e Parlamenti. Tra i temi in agenda vi saranno l’immigrazione, l’economia, la cultura, il problema della dipendenza energetica, tanto attuale, lo sviluppo sostenibile, il Mediterraneo che,in particolare, è  un’area di rilevante interesse per entrambi i Paesi anche in relazione all’Unione per il Mediterraneo.

Mostra fotografica a Beirut

Mariangela Pira. Ecco, poi invece parliamo di questa mostra fotografica a Beirut. Mentre Lei ne parlerà avremo modo di apprezzare alcune foto, di che cosa si tratta?

Giuseppe Scognamiglio.  Questa è una mostra molto bella che è stata inaugurata ieri dal nostro Ambasciatore in Libano, Checchia; si tratta di un frutto della collaborazione tra l’Istituto Italiano di Cultura di Beirut e la Società Solidere che è la Società della Famiglia Hariri , incaricata della ricostruzione del centro di Beirut. Questa mostra raccoglie 96 fotografie di rara bellezza. Basilico  è considerato uno dei più rinomati fotografi europei. Si tratta di fotografie scattate all’indomani della terribile guerra civile che ha sconvolto e ha distrutto il Paese. Una mostra che rimarrà aperta fino al 31 di ottobre.

LE OPPORTUNITA’  

Mariangela Pira. E siamo così giunti allo spazio dedicato alle opportunità interessanti che potete trovare sul sito del Ministero degli Affari Esteri: Opportunità di studio e di lavoro; i bandi e le gare per le imprese nel sito internet in  sovrimpressione, le potete vedere voi stessi  nella sezione Opportunità. E’ un servizio molto utile, visitandolo conoscerete le modalità per usufruire di questi servizi. Se volete, potete anche iscrivervi nell’area interattiva del sito  alla newsletter  o al servizio SMS concentrando le vostre preferenze sulle opportunità di vostro interesse, in modo da essere sempre, costantemente aggiornati.

Agente temporaneo presso il  Centro Comune di Ricerca a Karlsruhe in Germania
E tra le opportunità di questa settimana ve ne segnaliamo una interessante. Un posto da agente temporaneo presso il  Centro Comune di Ricerca - Direzione E, Institute per  il Transuranium Elements, a Karlsruhe in  Germania, la scadenza è il 14 ottobre 2008.

Gemellaggi Amministrativi
Ci sono anche alcuni Gemellaggi Amministrativi interessanti nella pagina delle Opportunità, in Bulgaria con scadenza 13 ottobre 2008.

Gara: Albania - Progettazione e realizzazione strada Shkoder e Hani i Hotit.
Invece per quanto riguarda le gare, parliamo di una Gara in Albania, per la progettazione esecutiva e realizzazione del tratto di strada tra Shkoder e Hani i Hotit.
Gara in scadenza il 21 novembre 2008

Gara: Albania - Improvement of Tirana Water Supply
E poi, sempre in Albania, un’altra gara per  “Improvement of Tirana Water Supply”, quindi una gara importante che vede sempre protagonista l’Albania.

Vi ricordo che per ulteriori informazioni potete sempre fare riferimento al sito internet www.esteri.it sui viaggi, sui servizi, sulle opportunità.
Sul sito internet avrete anche la possibilità di rivedere questa puntata di esteri News.
Io vi ringrazio per essere stati con noi e vi do appuntamento, come di consueto alla prossima settimana. Arrivederci.


655
 Valuta questo sito